Che fine ha fatto il VelOk per l’Aurelia?

Da tempo i condomini di via Crispi chiedono di intervenire

Che fine ha fatto il VelOk per l’Aurelia?
Golfo Paradiso, 28 Gennaio 2018 ore 13:34

Aurelia pericolosa: ancora nessun «VelOk» installato.

Via Crispi aspetta il VelOk

Da tempo i residenti di via Crispi, grazie alla portavoce Fortunata Gitto, attendono l’installazione di strumenti che possano servire da deterrente a chi percorre la strada in discesa, a forte velocità, il più delle volte, soprattutto nelle ore serali, mettendo in pericolo, in particolar modo, i residenti del condominio che si trova proprio su quella strada, il cui ingresso non affaccia su strisce pedonali. Né il Comune, né Anas, gestore dell’Aurelia, hanno ancora provveduto ad installare i VelOk, unico strumento ritenuto utilizzabile, in quanto le strisce pedonali già ci sono, poco distanti e gli Autovelox usati dalla Polizia municipale, di solito, sono mobili e posizionati saltuariamente.

Questi apparecchi, invece sono stati previsti prima della fine dell’anno, in una delibera dell’Unione dei Comuni del Golfo Paradiso. Si tratta dei dispositivi elettronici che rilevano la velocità effettiva delle auto in transito. Spesso vengono posizionati lungo strade dove l’andatura eccessiva può causare più facilmente situazioni di pericolo. Sono di colore arancione e servono a far rallentare chi sopraggiunge. L’elemento più visibile è il display digitale, che indica la velocità rilevata dall’apparecchiatura. A volte è anche indicata la sanzione prevista per il superamento dei limiti effettuato. Hanno la capacità di rilevare l’esatta velocità registrata. Purtroppo, sebbene deliberato, non sembra imminente la loro installazione. Si auspica in una rapida soluzione, anche considerato che sino ad oggi la situazione non è peggiorata, ma resta assai rischiosa per chi attraversa per andare o uscire da casa.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità