Menu
Cerca
L'ORDINANZA SINDACALE

Chiavari, le norme anticovid da seguire sino al 28 maggio

Restano chiuse al pubblico, e quindi interdette all’accesso, tutte le spiagge di Chiavari: tutte le disposizioni in atto

Chiavari, le norme anticovid da seguire sino al 28 maggio
Cronaca Chiavari - Lavagna, 20 Maggio 2020 ore 14:57

Chiavari: sino alle ore 24 di giovedì 28 maggio 2020 sono adottate su tutto il territorio comunale le seguenti misure.

Le misure adottate su tutto il territorio comunale

– Restano chiuse al pubblico, e quindi interdette all’accesso, tutte le spiagge di Chiavari, con l’esclusione del personale degli stabilimenti balneari per l’attività di sistemazione ed allestimento delle strutture in vista della prossima stagione balneare, nonché per gli altri interventi di pulizia e/o ripascimento debitamente autorizzati e per il transito di coloro che vi si recano per lo svolgimento di attività sportive o passeggiate motorie previste nell’Ordinanza Regionale n. 25/2020 (ad esempio: windsurf, attività subacquee, canoa, canottaggio, pesca ecc.).

– E’ vietato l’utilizzo degli attrezzi ginnici pubblici collocati nella passeggiata a mare.

– È vietato l’accesso a tutti i parchi nonché a tutte le aree attrezzate con giochi per bambini.

– L’utilizzo delle panchine è consentito ad una persona per volta o a gruppi di familiari conviventi.

– L’accesso a tutti i locali aperti al pubblico (esercizi commerciali, uffici pubblici e privati, ecc.), a tutti i mercati, all’area pedonale del Centro Storico e ad ogni altro luogo dove si verifica l’accesso generalizzato di persone, deve avvenire indossando apposita mascherina o altri sistemi di protezione della bocca e del naso. È comunque obbligatorio portare con sé la mascherina o altri dispositivi di protezione individuale ed indossarli in tutte le situazioni in cui non sia possibile mantenere un distanziamento tra le persone di almeno mt. 1,00. Nel corso di attività sportive individuali la distanza interpersonale è di mt. 2. Sono comunque esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i bambini al di sotto dei sei anni ed i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

– L’utilizzo in maniera impropria dei sistemi di protezione (ad esempio lasciando scoperto il naso) equivale, ai fini della sanzione, al mancato utilizzo degli stessi.

 

(foto E. Panzacchi)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli