L'ORDINANZA

Chiavari, obbligo di mascherina sino al 5 agosto

Di Capua: "L’ultima persona contagiata residente risale a fine giugno, i risultati sull’andamento della pandemia a Chiavari sono buoni, ma non bisogna abbassare la guardia"

Chiavari, obbligo di mascherina sino al 5 agosto
Chiavari - Lavagna, 15 Luglio 2020 ore 15:01
“Questa mattina ho firmato un’ordinanza con la quale ho prorogato, d’intesa con i comuni del Tigullio Orientale, fino al 5 agosto 2020 le disposizioni in vigore sull’uso obbligatorio della mascherina. L’ultima persona contagiata residente risale a fine giugno, i risultati sull’andamento della pandemia a Chiavari sono buoni, ma non bisogna abbassare la guardia”: così ha dichiarato poco fa il primo cittadino Marco Di Capua.

L’ordinanza

Da giovedì 16 luglio 2020 a mercoledì 5 agosto 2020 compreso è obbligatorio indossare la mascherina nelle seguenti situazioni:
– sui mezzi di trasporto pubblico;
– all’interno degli uffici pubblici, dei pubblici esercizi e delle altre attività commerciali ed artigianali in genere;
– all’interno delle aree mercatali nonché di altre manifestazioni espositive turistiche e commerciali;
– È comunque obbligatorio avere al seguito la mascherina od altri dispositivi di protezione individuale, ed indossarla in tutte le situazioni in cui non sia possibile mantenere un distanziamento tra le persone non conviventi di almeno mt.1.00. Nel corso di attività sportive individuali la distanza interpersonale è di mt.2.00.
– Sono comunque esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina i bambini al di sotto dei sei anni ed i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.
L’utilizzo in maniera impropria dei sistemi di protezione, laddove obbligatorio, equivale, ai fini della sanzione, al mancato utilizzo degli stessi.
Per le spiagge libere comunali restano in vigore le seguenti prescrizioni:
– mantenimento della distanza interpersonale di almeno mt. 1.00;
– mantenimento della distanza tra i teli da mare stesi di almeno mt.1.00, a meno che non si tratti di gruppi familiari;
– mantenimento di una distanza tra ombrelloni di almeno mt. 3.00, tra le loro basi;
– obbligo di mascherine in tutte le occasioni di contatto tra estranei (coda per l’accesso agli arenili, accesso a bar e servizi ecc.) ed in tutti i casi in cui non si può rispettare la distanza interpersonale di almeno mt. 1.00;
– è vietato lasciare incustoditi sulle spiagge, materiali di qualsiasi genere (teli, ombrelloni, borse, ecc.). In tal caso è previsto il sequestro e conseguente confisca del materiale.
– la Polizia Municipale avrà facoltà di interdire l’accesso alle spiagge qualora il numero di persone presenti non consenta il rigoroso rispetto delle prescrizioni di cui ai punti sopracitati.
In caso di violazione delle prescrizioni soprariportate, verranno applicate sanzioni amministrative pecuniarie da € 50,00 a € 500,00, con pagamento in misura ridotta di € 100,00.
L’ordinanza: Ordinanza Sindacale 24 del 15 luglio 2020 proroga diposizioni per uso mascherina
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità