Sestri Levante

Chiuso il Premio Andersen: arrivate migliaia di fiabe

Al via il Contest di filastrocche con Medici senza frontiere

Chiuso il Premio Andersen: arrivate migliaia di fiabe
Cronaca Sestri - Val Petronio, 13 Aprile 2021 ore 06:15

Si è chiuso il bando del 54° Premio “H.C. Andersen – Baia delle Favole”, uno dei più longevi concorsi letterari italiani, con circa un migliaio di fiabe inedite già vagliate e arrivate da tutta Italia e dall’estero: un fortissimo aumento rispetto all’anno scorso.
Nella giuria del Premio, presieduta da Lidia Ravera, entra ICWA, l’Associazione italiana degli scrittori per ragazzi, e inizia il lavoro di lettura e selezione per definire i vincitori.
Nell’attesa, Medici Senza Frontiere, che quest’anno celebra 50 anni di azione medico-umanitaria, lancia il contest di filastrocche senza frontiere rivolto a bambini e ragazzi.

In questi giorni sono state vagliate quasi mille fiabe tra le tantissime in concorso all’Andersen-Baia delle Favole di Sestri Levante, giunto alla sua 54ª edizione e organizzato e promosso dal Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi.
Le fiabe sono arrivate da tutte le regioni d’Italia e da diversi Stati esteri.
L’aumento delle opere che hanno passato il primo vaglio tecnico, e che quindi arriveranno alla giuria, è del 58% rispetto all’anno scorso e riguarda tutte le categorie del bando.
Come da tradizione, mantiene il primato la categoria degli Adulti, seguita da quella dei Ragazzi. Molte opere sono arrivate anche da classi di Piccini e per la categoria dei Bambini e spiccano, non solo per la loro recente creazione ma anche per la partecipazione, la categoria degli Scrittori Professionisti e quella degli Illustratori per la quale le opere sono raddoppiate.
Infine, sono diverse anche le fiabe in inglese, russo e spagnolo.

Andersen l'appuntamento più importante dell'anno

“Il Premio Andersen – dichiara Valentina Ghio, sindaca di Sestri Levante – è uno dei nostri appuntamenti più importanti dell’anno. Di edizione in edizione ci impegniamo a rinnovarlo, promuoverlo e renderlo sempre più vitale e sono convinta che i webinar gratuiti di scrittura offerti quest’anno abbiano contribuito ad aumentare la partecipazione e la qualità dei testi in gara. L’Andersen ha da sempre un respiro nazionale e internazionale, Sestri Levante ne è la cornice – magica e meravigliosa – ma le fiabe sono senza confini, come la fantasia. Sono molto felice di questa risposta e auguro a tutti i partecipanti non solo di vincere ma di continuare a scrivere e a inventare storie.
A celebrare il Premio, da 24 anni c’è l’Andersen Festival e anche quest’anno riempiremo la città di musica, teatro, laboratori, incontri ispirati alla narrazione. Dato il momento di emergenza sanitaria non possiamo ancora annunciare le date ma stiamo lavorando per offrire, ancora una volta, un Festival indimenticabile. E, anche quest’anno, il nostro charity partner sarà Medici Senza Frontiere, giunto ai suoi 50 anni di azione medico-umanitaria”.

La giuria del Premio Andersen

La giuria di qualità del Premio Andersen-Baia delle Favole, presieduta per il terzo anno dalla scrittrice Lidia Ravera, ha iniziato i lavori di lettura e selezione delle fiabe arrivate e si è arricchita di una prestigiosa presenza: ICWA, l’Associazione italiana degli scrittori per ragazzi, entra a farne parte rappresentata dalla scrittrice Isabella Christina Felline, una delle relatrici dei webinar di Scrivere una fiaba offerti nei mesi scorsi dal Comune di Sestri Levante e da Mediaterraneo Servizi.

“Credo più che mai che per questa 54ª edizione del premio Andersen a guidarci sia stata proprio la passione. – dichiara Maria Elisa Bixio, assessora alla cultura del Comune di Sestri Levante – Un valore importante e fondamentale che ha contribuito, in un anno particolare come questo in cui ci sentiamo tutti stanchi e fragili, a ritrovarci per condividere ideali, qualità e talenti.
Le tante fiabe arrivate e che hanno già superato il primo vaglio, divise nelle sei categorie previste, non solo dimostrano la viva partecipazione al concorso ma attestano la volontà di immaginare, di affrontare la vita con speranza e un pizzico di leggerezza, di andare oltre viaggiando con la fantasia. Per questo mi fa piacere condividere questo importante risultato con tutti coloro che collaborano alla realizzazione di questo grande progetto culturale e con i colleghi della giuria che quest’anno sia arricchisce con un nuovo ingresso: Isabella Christina Felline, scrittrice per l’infanzia e giocoliera di parole, fortemente convinta che “i libri abbiamo poteri straordinari nel migliorare le persone” e che rappresenterà l’ICWA”.

“Quello dello scrittore è un mestiere solitario. – dichiara Fulvia Degl’Innocenti, presidente di ICWA – Ma fare rete, mettere insieme tanti scrittori come è accaduto dopo la nascita di ICWA, Associazione italiana degli scrittori per ragazzi, ha permesso di creare una voce comune, costruire sinergie, dare agli autori un’identità collettiva. E poter così affiancare alcune belle realtà che operano nel campo della promozione della lettura e della scrittura. Come il Premio Andersen-Baia delle favole, di cui da questa edizione ICWA è diventata partner attivo. Mettendo a disposizione tre suoi autori per condurre webinar laboratoriali che hanno registrato il tutto esaurito, con centinaia di partecipanti. E diventando membro della giuria di qualità, attraverso una nostra socia, Isabella Christine Felline, autrice sensibile”.

“È molto difficile giudicare una fiaba – dichiara Lidia Ravera, presidente della Giuria del Premio – sono tutte belle, ciascuna a modo suo. Inventano mondi, fanno parlare le bestie e volare le cose, esagerano il male per renderlo incredibile, fanno paura per insegnare a liberarsene. Leggerle fa bene. Quest’anno più che mai, dopo il lungo digiuno di gioia… dopo tutti questi mesi senza allegria, abbiamo bisogno di fiabe. Con Covid l’orco che scappa via inseguito da piccoli vaccini coraggiosi… Provo gratitudine per tutti quelli che le hanno scritte, le fiabe per il premio Andersen”.

Al via il Contest di filastrocche con Medici senza frontiere

Anche quest’anno Medici Senza Frontiere (MSF) è al fianco dell’Andersen Festival in qualità di charity partner. In occasione di questa edizione, che coincide con il cinquantesimo anniversario della sua attività medico-umanitaria, MSF ha deciso di lanciare un contest rivolto a bambini e ragazzi tra i 7 e i 14 anni dal titolo “Filastrocca senza frontiere”.

“MSF, da 50 anni, interviene nei luoghi più dimenticati del mondo, oltre ogni ostacolo e confine geografico, per portare cure a donne, uomini e bambini. Invitare i piccoli partecipanti a riflettere su cosa è possibile fare “senza frontiere” ci è sembrato il modo più adatto per celebrare questo anniversario, in un momento storico in cui varcare le frontiere è diventato estremamente difficile a causa della pandemia. Ma la fantasia dei bambini può superare qualsiasi confine e frontiera ed è proprio per questo che è necessario investire passione ed energie sulle future generazioni”, dichiara Chiara Magni, responsabile del Public Engagement di MSF.

Per partecipare è sufficiente inviare – dal 15 aprile al 10 maggio 2021 – una filastrocca che contenga al suo interno le parole “senza frontiere” all’indirizzo: filastrocca@msf.it e che sia composta da minimo 4 massimo 8 versi in rima. Insieme all’invio del testo vanno indicati anche i dati delle giovani autrici e giovani autori: nome, cognome, età, città. I vincitori saranno proclamati da una giuria tecnica e premiati durante l’edizione 2021 dell’Andersen Festival. La collaborazione tra MSF e l’Andersen Festival, come negli anni passati, prevede anche incontri e appuntamenti nell’ambito della sezione “Realtà del mondo”. Il regolamento completo sarà disponibile dal 15 aprile sul sito di MSF e su andersensestri.it

Continua anche il contest di disegni “Alla scoperta di Andersen: i fiori della piccola Ida” per bambini e ragazzi 4-13 anni organizzato e promosso dal Comune di Sestri Levante e Mediaterraneo Servizi attraverso il MuSel (Museo Archeologico della Città di Sestri Levante) e il Sistema Bibliotecario Urbano (per maggiori informazioni: http://www.sestri-levante.net/il-musel-dei-bambini).