Cronaca
il sequestro

Cinque imprese edili del Tigullio nei guai per evasione

Si trovano a Borzonasca, Chiavari, Carasco, Lavagna e Rapallo. Avrebbero emesso fatture false per 2.247.000 euro

Cinque imprese edili del Tigullio nei guai per evasione
Cronaca Chiavari - Lavagna, 23 Aprile 2022 ore 08:39

I finanzieri del Comando Provinciale di Genova, coordinati dalla Procura di Genova, hanno eseguito sequestri di beni immobili e disponibilità finanziarie per oltre 760 mila euro nei confronti di 7 imprese, 5 delle quali con sede legale nella provincia di Genova, nei comuni di Borzonasca, Lavagna, Chiavari, Rapallo e Carasco: avrebbero utilizzato fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di oltre 2 milioni e 247 mila euro al fine di evadere Iva e imposte.

Indagini della compagnia di Chiavari

Dalle indagini, eseguite dai militari della Compagnia di Chiavari, è emerso come 11 società con sede legale nelle province di Genova, Reggio Emilia, Mantova, Modena, Parma, Catanzaro e Crotone, dal 2016 al 2021, abbiano sistematicamente emesso fatture per operazioni inesistenti a favore delle 7 società per fittizi lavori edili finalizzati a consentire una evasione delle imposte dirette e dell’Iva per oltre 888 mila euro.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter