Menu
Cerca

Cogorno, oggi aprono i nuovi uffici comunali

Complessivamente si tratta di un fondo di circa 100 metri quadrati, spazio che è stato acquisito dal Comune nell’aprile del 2017

Cogorno, oggi aprono i nuovi uffici comunali
Valli ed entroterra, 27 Marzo 2019 ore 12:24

Aprono oggi 27 marzo i nuovi uffici del comune di Cogorno. Lo spazio dove sono stati ricavati si trova a lato della casa comunale, a piano terra, e da oggi al suo interno si trovano i Tributi.

La prossima settimana si procederà con il trasloco dei Servizi Sociali

Ristrutturazione e nuovi arredi sono state le opere realizzate per renderlo parte integrante del municipio e per agevolare i cittadini avvicinando e facendo in modo che siano maggiormente accessibili tutti gli uffici. Gli interventi sino stati seguiti dal consigliere delegato Gino Garibaldi.

Si tratta di un’operazione importante per due fattori. Da una parte si risponde alle esigenze dei cittadini andando ulteriormente ad abbattere le barriere architettoniche per l’accesso agli uffici del Comune. Dall’altra si rende sempre più funzionale la struttura comunale.

A tal proposito recentemente è stato sottoposto a ristrutturazione anche l’ufficio anagrafe, con nuovi arredi e nuova impiantistica.

“L’amministrazione in questi anni ha perseguito l’abbattimento delle barriere architettoniche  – spiega il sindaco Enrica Sommariva – e questo è un ulteriore tassello che si va ad aggiungere. L’Ufficio Tributi, che era in una posizione scomoda per essere raggiunto dagli utenti, adesso trova una collocazione adeguata. Stessa cosa per quanto riguarda i Servizi Sociali che in questa nuova sede garantiranno più privacy  grazie alle tre stanze per ricevere il pubblico. Anche il personale così avrà a disposizione uffici più idonei”.

“Il municipio – aggiunge consigliere delegato Gino Garibaldi  – era già stato oggetto di abbattimento delle barriere architettoniche al primo piano, non si poteva però mettere un ascensore per raggiungere i piani superiori, per cui abbiamo optato per soluzioni alternative. Prima pensando a bambini e anziani, con scuole e centro civico, poi operando sui marciapiedi del centro, e ora con l’apertura degli uffici comunali a piano terra”.