Cronaca
Cogorno

Cogorno, primo consiglio comunale in remoto

Ecco anche gli aggiornamenti sull'emergenza Coronavirus nel territorio comunale

Cogorno, primo consiglio comunale in remoto
Cronaca Chiavari - Lavagna, 11 Aprile 2020 ore 17:12

Si è svolto venerdì 10 aprile, alle ore 17:30 il primo consiglio comunale "da remoto" della storia del Comune di Cogorno, tramite la piattaforma "GoToMeeting".

Cogorno, primo consiglio comunale in remoto

Durante le due ore di assemblea approvati i sette punti all'ordine del giorno riguardanti per l'anno 2020: l'aliquota della compartecipazione dell'addizionale comunale Irpef; la conferma delle tariffe della tassa di occupazione spazi, aree pubbliche; imposta comunale pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni; aliquote Imu; tariffe delle tasse sui rifiuti; l'approvazione del DUP, Documento Unico Programmazione 2020-2022; l'approvazione del bilancio di previsione finanziario 2020-2022.

A inizio seduta, il vicesindaco Enrica Sommariva ha esposto gli aggiornamenti sulla situazione per l'emergenza Coronavirus e le azioni intraprese dall'amministrazione insieme ai collaboratori e volontari.

«Raccomandiamo a tutti di continuare a rispettare le restrizioni e, in caso di dubbio, chiedere in precedenza alle forze dell'ordine o al numero verde 800.938.883 - ha detto il vicesindaco -. A causa dell'aggravamento delle condizioni di salute di una persona a cui è seguito un ricovero in ospedale, è diminuito il numero delle persone in isolamento fiduciario a casa e positive, che diventato di 15 persone, di cui 7 positive. In questo fine settimana i controlli saranno ulteriormente intensificati anche con la collaborazione del comune di Ne. L'ordinanza per le "protezioni facciali" sta funzionando e siamo intervenuti anche su ragazzini minorenni. Per eventuali segnalazioni, contattare le autorità. Ringraziamo tutte le persone che responsabilmente seguono le indicazioni e auguriamo il meglio alle famiglie in isolamento e alle persone che stanno combattendo la loro battaglia contro il male, a casa e in ospedale».

Continuano a pervenire, e ad essere esaminate attentamente, le richieste di aiuto: «I buoni spesa preparati dai Servizi sociali sono consegnati a domicilio dalla Protezione civile, che si sta occupando anche degli anziani over 65, ed evidenziano un nuovo quadro preoccupante della situazione lavorativa di molte famiglie. Ricordiamo alla popolazione che è possibile aiutare le tante famiglie che si trovano ora in una nuova situazione critica con una donazione a favore del Comune di Cogorno - servizi sociali - per le famiglie in stato di bisogno a seguito di emergenza COVID-19».

Il numero del conto è: IT26M0569631950000003413X79 Banca popolare di Sondrio – Causale: Emergenza COVID 19.

«Le mascherine acquistare dalla Regione Liguria saranno consegnate alle persone al proprio domicilio tramite posta. Nell'attesa, è possibile utilizzare altre protezioni facciali e mascherine fai da te. In queste settimane è stata fatta due volte la sanificazione del Municipio, l'ultima giovedì 9 aprile, delle strade di fondovalle e collinari e dei cassonetti della spazzatura nella parte alta del Comune di Cogorno».

Alla situazione d'emergenza, un aiuto concreto è arrivato dai negozianti del territorio cogornese: «Molti negozianti si sono prestati a venire incontro alle criticità delle famiglie offrendo sconti - conclude il vicesindaco -. Ogni persona della nostra squadra è coinvolta in prima persona e offre il suo prezioso supporto, a partire anche dalla semplice informazione aggiornata,corretta e quanto più capillare possibile. E' un modo per stare tra la gente, con la gente e per la gente, distanti ma uniti, facendoci portavoce delle varie necessità, lavorando senza sosta in loco e con gli enti sovraordinati. A tutti, il più sereno augurio di buona Pasqua a nome dell'Amministrazione Comunale di Cogorno».