Cogorno, quasi due milioni e mezzo per la messa in sicurezza del territorio

Questo quanto individuato in delibera di Giunta, con tre interventi auspicati: ora bisognerà attendere il responso dello Stato per sapere se verranno ammessi al finanziamento

Cogorno, quasi due milioni e mezzo per la messa in sicurezza del territorio
Cronaca Valli ed entroterra, 20 Settembre 2019 ore 16:05

Quasi due milioni e mezzo di interventi per la messa in sicurezza del territorio: ecco le tre nuove opere che vuole portare avanti l’amministrazione comunale di Cogorno che vanno ad aggiungersi a quelle già realizzate.

Cogorno, quasi due milioni e mezzo per la messa in sicurezza del territorio

Parola d’ordine messa in sicurezza. Il comune di Cogorno, infatti, con una delibera di Giunta ha individuato tre interventi per i quali è stato chiesto un contributo in relazione al Decreto del Ministero dell’Interno del 2 agosto 2019, attraverso il quale sono stati messi a disposizione 400 milioni destinati ai Comuni per effettuare interventi di messa in sicurezza su strade, scuole, altre strutture di proprietà comunale, ponti e viadotti. Le priorità per elargire i fondi sono: messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico; investimenti di messa in sicurezza di strade, ponti e viadotti; investimenti di messa in sicurezza degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici;

«Abbiamo privilegiato i primi due punti – spiegano dall’amministrazione comunale – per continuare a mitigare il rischio idrogeologico e mettere in sicurezza alcuni tratti di strada». Nello specifico sono stati individuati due interventi per quanto concerne il primo punto segnalato dallo Stato come prioritario per lo stanziamento di fondi, ossia interventi di mitigazione del rischio idraulico e messa in sicurezza del centro abitato di San Salvatore e tratti terminali fossato di San Salvatore e rio Pessa, con un primo primo lotto riguardante il rio San Salvatore nel tratto a valle della S.P. n° 33 per spesa complessiva prevista di 960mila euro, e per la messa in sicurezza dell’abitato di Panesi, sul tratto terminale del rio Rondanea, un primo lotto per una spesa appena inferiore al milione.

Per quanto riguarda il secondo punto, invece, si sono individuate opere di messa in sicurezza di alcuni tratti di strade comunali con installazione di barriere stradali, per spesa complessiva prevista di circa 540mila euro.

L’importo complessivo dei tre interventi ammonta a 2.486.366,32 con un limite di importo finanziabile di € 2.500.000,00.

«L’obiettivo che intendiamo perseguire con queste opere – concludono dal Comune – è quello di continuare a rendere il territorio comunale sempre più sicuro sia dal punto di vista idrogeologico, andando a intervenire sui rivi che si innestano con il fiume Entella, e lungo le strade, in mondo particolare nella zona collinare dove è necessario installare barriere stradali».

La delibera di Giunta ha individuato questi tre interventi, ora bisognerà attendere il responso dello Stato per capire se verranno ammessi al finanziamento.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli