Cogorno, si conclude il primo ciclo di incontri sull'accoglienza migranti

Oggi e domani ultimi due appuntamenti volti ad illustrare alla cittadinanza il sistema dello SPRAR, e cosa effettivamente ciò comporterà per il paese

Cogorno, si conclude il primo ciclo di incontri sull'accoglienza migranti
Valli ed entroterra, 22 Marzo 2018 ore 14:48

Oggi e domani, giovedì 22 e venerdì 23 marzo, si conclude il primo ciclo di incontri organizzati dalla Amministrazione di Cogorno direttamente con la cittadinanza per illustrare il “Progetto di accoglienza per i richiedenti asilo e rifugiati” (SPRAR): appuntamento dalle 18.30 alle 20 a Monticelli e Cogorno Alto.

Gli incontri a Cogorno

Questi incontri voluti dall'Amministrazione, fanno seguito all'adesione nel marzo 2017 dell'Amministrazione del Comune di Cogorno, con tutti i Gruppi consiliari, alla scelta della modalità di accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati con il Sistema SPRAR, «evitando così il rischio dell'imposizione della modalità di accoglienza tramite CAS gestita dalle Prefetture italiane», sottolinea il Sindaco Enrica Sommariva. «Una scelta consapevole e responsabile di una delle due modalità di accoglienza sottoposte a tutti i Sindaci, che è cosa ben diversa dalla "scelta di accogliere o meno" come erroneamente pensano molte persone».

 

Durante i primi 3 incontri di questa settimana, la presentazione dell'Amministrazione ha toccato in sintesi alcuni punti essenziali quali l'informazione e le fonti ufficiali a cui riferirsi, l'iter del progetto, la decisione congiunta di tutti i Gruppi consiliari di Cogorno per l'adesione alla modalità di accoglienza SPRAR dei rifugiati e richiedenti asilo («ben diversi dai clandestini e migranti economici!», rimarca Sommariva), e le specifiche del progetto del Comune di Cogorno: per 25 persone e primo modulo da 10; una accoglienza diffusa e non concentrata; con azioni di mediazione culturale, scolarizzazione, formazione professionale, inserimenti lavorativi, socializzazione.

«Altri punti sono stati affrontati dall'Amministrazione dietro indicazioni della cittadinanza» conclude il Sindaco di Cogorno, «e alla discussione hanno partecipato proficuamente, soprattutto all'incontro di ieri a San Salvatore, anche il Preside dell'Istituto Comprensivo di Cogorno e del C.P.I.A. Dott. Kunkler e una insegnante tra il pubblico, rappresentanti della Caritas e dei Sindacati che hanno contribuito con l'esposizione di precedenti esperienze sul campo e dettagli tecnici importanti, tutti a favore della scelta della modalità SPRAR, senza nascondere le criticità e la grande mole di lavoro che comunque esso comporta».