Collina delle Grazie a rischio frane

«Il costone scivola, le reti non basteranno: si attivi un monitoraggio e si facciano rallentare i treni»

Collina delle Grazie a rischio frane
Chiavari - Lavagna, 25 Febbraio 2018 ore 08:18

Il costone della collina delle Grazie a Chiavari sta scivolando, e a contribuire alla frana potrebbero essere i treni.

Allarme frana

A lanciare l'allarme, ieri in una conferenza stampa in verità incentrata sull'annosa questione della "Diga Perfigli", è stato il geologo dell'Università di Genova Franco Marco Elter. Elter ha reso noto di avere, a quattro mani col collega Francesco Faccini, presentato una relazione al Comune di Chiavari, in cui si illustra come il costone della collina delle Grazie, subito sopra la galleria ferroviaria ed in prossimità di Villa Piaggio (in foto), sia a rischio frane. E non semplici "cadute massi", spiega il geologo, ma un vero e proprio scivolamento dell'intero costone, contro il quale le reti contenitive non possono far nulla.

Dall'assessore Bisso e dal Sindaco Di Capua arrivano sul Secolo XIX di oggi conferme di segnalazioni di smottamenti a Villa Piaggio, e della sottomissione di una loro relazione alla Regione ed all'assessore Giampedrone. Ma intanto l'avvertimento che viene lanciato è diretto proprio alle Ferrovie: è indispensabile, sostengono i geologi, che i treni rallentino in prossimità della galleria delle Grazie, poiché le vibrazioni che producono contribuiscono indubbiamente ed inevitabilmente al problema.