Confesercenti, un tavolo per discutere sulla tassa di soggiorno

Confesercenti, un tavolo per discutere sulla tassa di soggiorno
Rapallo - Santa Margherita, 05 Settembre 2018 ore 13:01

Enrico Castagnone, coordinatore di Confesercenti Tigullio, chiede la convocazione di un tavolo di concfronto per discutere sulla tassa di soggiorno.

"La maggior parte dei fondi deve essere destinata alla promozione turistica del territorio"

"Desideriamo sottolineare che Confesercenti Assohotel, a suo tempo, è stata la promotrice dell’applicazione dell’imposta di soggiorno nel Comune di Rapallo, alla luce delle risultanze più che positive avute in altri comuni, fra i quali la stessa Genova. Già ai tempi, inoltre, chiedemmo la creazione di un tavolo al quale sedessero l’amministrazione e le associazioni di riferimento, per un confronto sul tema che servisse a stabilire le diverse quote e le possibili destinazioni dei fondi. «Un tavolo che, nelle nostre intenzioni, avrebbe però dovuto essere, appunto, di concertazione, e non di semplice presentazione, da parte del Comune, di iniziative già deliberate. All’epoca, però, ci fu risposto che questo non serviva, perché l’imposta sarebbe stata gestita direttamente dalla Camera di Commercio - commenta Castagnone - Resta nostra convinzione che la maggior parte dei fondi deve essere destinata alla promozione turistica del territorio, a livello sia nazionale che internazionale. Ben vengano manifestazioni locali importanti, ma servirebbero prima di tutto delle infrastrutture tali da poterle supportare. Condividiamo quanto detto dal presidente Ugal Aldo Werdin, che ventila la possibilità di chiudere per la prima volta l’Hotel Excelsior nel periodo autunnale, e questo non perché sia giusto interrompere l’attività, tutt’altro, ma perché bisogna prendere atto, realisticamente, dell’attuale andamento dei flussi turistici".

La richiesta dunque è di aprire un tavolo tra associazioni di categoria e amministrazione comunale per aprire una discussione sull'applicazione della tassa e sugli investimenti da fare con le risorse ottenute.

"Chiediamo quindi – conclude Castagnone – di convocare al più presto un tavolo sull’imposta di soggiorno, aperto a tutte le associazioni di categoria e con l’indispensabile presenza dell’amministrazione comunale. Non ci sembra di chiedere la luna, ma semplicemente che si faccia anche a Rapallo quanto è già prassi in altri comuni limitrofi, dove partecipiamo abitualmente a simili incontri".