Lavagna

Conti di Lavagna, annullata la sentenza della Mondello

Pena ridotta per Sanguineti, ma confermati voto di scambio e associazione mafiosa

Conti di Lavagna, annullata la sentenza della Mondello
Chiavari - Lavagna, 26 Giugno 2020 ore 14:45

Arrivata la sentenza d’Appello nel processo sulle infiltrazioni della ‘Ndrangheta a Lavagna.

Conti di Lavagna, annullata la sentenza della Mondello

Tutto da rifare per quanto riguarda i capi di imputazione a carico dell’ex onorevole dell’UDC ed ex sindaco di Lavagna Gabriella Mondello, la cui sentenza di primo grado (1 anno e 6 mesi) è stata annullata per “genericità dei capi d’imputazione”. Non si tratta dunque di un’assoluzione: gli atti sono stati rispediti al PM per rifare il processo daccapo.

Per l’altro ex sindaco Giuseppe Sanguineti lievemente ridotta la pena comminata in primo grado, da due anni ad un anno e sei mesi: è decaduta infatti l’accusa di abuso d’ufficio, ma sono restati voto di scambio e associazione mafiosa.

Più basse – anche se di poco – anche le condanne per i veri e propri esponenti della ‘Ndrangheta lavagnese: 16 anni e 3 mesi per Paolo Nucera (5 mesi di riduzione rispetto al primo grado), 7 anni e 10 mesi per Francesco Nucera (una riduzione più sensibile, rispetto alla condanna in primo grado di 9 anni e 10 mesi), e 15 anni e 6 mesi per Francesco Antonio Rodà.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità