Continua a far discutere la gelateria chiavarese "no vax"

Venerdì prossimo sul nostro giornale servizio dedicato

Continua a far discutere la gelateria chiavarese "no vax"
Chiavari - Lavagna, 09 Agosto 2018 ore 08:20

Tanto clamore ha suscitato la notizia della gelateria chiavarese "no vax". Nelle ultime ore, ampio spazio sulla vicenda nella stampa nazionale e reazioni disparate, soprattutto sul web; dove qualcuno chiede anche un'indagine per istigazione all'odio razziale. Anche Il Nuovo Levante ha intervistato il titolare della gelateria del lungomare chiavarese. Venerdì prossimo previsto un ampio servizio.

La reazione della stampa e quella del web

La presa di posizione di Matteo Spinola non è passata inosservata a livello nazionale. Sul sito web del giornale, il dibattito sui "no vax" è entrato anche in gelateria, mentre anche altri giornali nazionali hanno ripreso la notizia lanciata dal nostro settimanale.  "Su Facebook ho 200 amici - ha dichiarato - i clienti della mia gelateria sono molti di più e allora ho deciso che raggiungevo più persone se appendevo un post nella mia vetrina".

  "Non sono un eroe, ma non potevo più stare zitto"  ha spiegato il gelataio a Repubblica.it. "Fino al decreto Milleproroghe ho taciuto, poi non ce l'ho più fatta. Non si può stare zitti sempre, e ho sentito la necessità di intervenire". 

Tanti i clienti che si sono congratulati con lui per la presa di posizione. Sul web e, soprattutto nella pagina Facebook della gelateria sono piovuti, invece, commenti di ogni tipo.