Menu
Cerca

Coppia francese salvata dalla Guardia Costiera

La richiesta riguardava  un natante da diporto in difficoltà nello specchio acqueo antistante la Baia di San Fruttuoso

Coppia francese salvata dalla Guardia Costiera
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 24 Luglio 2018 ore 13:01

Ieri, lunedì 23 luglio, la Guardia Costiera   è intervenuta a seguito di una richiesta di soccorso,  giunta intorno alle ore 18:00 circa, presso la Sala Operativa di questo Comando da parte della Sala Operativa della superiore Direzione Marittima della Liguria.

Coppia francese salvata dalla Guardia Costiera

La richiesta riguardava  un natante da diporto in difficoltà nello specchio acqueo antistante la Baia di San Fruttuoso. L’emergenza ha riguardato un gozzo di circa 5 metri di lunghezza, con il motore in avaria presumibilmente dovuto alla mancanza di carburante, con a bordo un uomo ed una donna di nazionalità francese.
Immediatamente, sotto il coordinamento della Sala Operativa della Superiore Direzione Marittima della Liguria, veniva disposto l’invio sul posto della motovedetta d’altura SAR CP 883 della Guardia
Costiera di Santa Margherita Ligure. Dopo circa 15 minuti dalla segnalazione, la M/V CP 883 raggiungeva l’unità in avaria la quale si trovava ancorata ad un gavitello dell’Area Marina Protetta di Portofino.

Il soccorso

Immediatamente il personale di bordo notava che la donna presente sull’imbarcazione mostrava sintomi di una forte naupatia e quindi, anche in ragione delle condizioni meteo marine presenti in zona, si riteneva necessario condurre l’imbarcazione all’interno del Porto di Santa Margherita Ligure, ove, successivamente, gli occupanti avrebbero potuto effettuare il rifornimento all’unità in parola. Durante le operazioni di rimorchio purtroppo visto il peggioramento del malessere della donna si decideva di dirigere presso il più vicino porto di Portofino in modo da permettere alla stessa di ricevere le cure del caso. Alle ore 19:00 circa coadiuvati dagli ormeggiatori del Porto e dal Titolare del dipendente Ufficio Locale Marittimo si provvedeva a mettere in sicurezza il natante presso la banchina di emergenza del molo Umberto I del porto di Portofino.

La donna, non appena giunta in banchina, mostrava evidenti segni di ripresa tanto da non necessitare nemmeno di cure mediche. Alle ore 19:30, dopo aver appurato il termine esigenza, la dipendente M/V CP883
procedeva al rientro in sede.