Emergenza sanitaria

Coronavirus, Toti: «Escluse per ora altre strette su bar e ristoranti, ma occorre rigore»

Sì invece alla didattica a distanza, a rotazione, per le ultime classi delle superiori ed alle incentivazioni allo smart working

Coronavirus, Toti: «Escluse per ora altre strette su bar e ristoranti, ma occorre rigore»
Chiavari - Lavagna, 17 Ottobre 2020 ore 14:04

«È finita da poco la riunione tra le Regioni e il Governo, con il Ministro della Salute Speranza e quello dei Rapporti con le Regioni Boccia. Stiamo lavorando ad alcuni interventi che al momento escludono il coprifuoco modello francese e ulteriori strette a bar e ristoranti, tra le attività più colpite dalla crisi, che però devono continuare a rispettare le regole con grandissimo rigore. Per agevolare il trasporto pubblico invece potrebbe essere introdotta un po’ di didattica a distanza a rotazione per le ultime classi degli istituti superiori e incentivato lo smart working. La nostra sanità oggi è molto più preparata a reggere l’urto del Covid rispetto alla scorsa primavera e la Liguria ha già messo in campo strumenti su cui adesso si lavora anche a livello nazionale, come l’accordo con i medici di famiglia, che ringrazio ancora per la collaborazione. Sappiamo che la situazione è seria e va gestita con attenzione ma senza lasciarsi travolgere dall’emotività e dalla paura. Anche stavolta supereremo tutto, come siamo abituati a fare».

Questi gli ultimi aggiornamenti sugli scenari immediatamente futuribili resi noti dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, pochi minuti fa attraverso la sua pagina Facebook.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità