Emergenza sanitaria

Coronavirus, Toti: «Indicatori continuano a scendere»

Le prima 60mila dosi di vaccino in Liguria entro i primi 20 giorni di gennaio

Coronavirus, Toti: «Indicatori continuano a scendere»
Cronaca 20 Dicembre 2020 ore 08:34

«Ci attrezziamo per un natale prudente, complesso, non potremo incontrarci molto come avremmo voluto, ma pensiamo al meglio: sarà l’unico natale ad andare così, visto che a breve cominceranno le vaccinazioni che poi, stando alle riunioni fatte ancora questa mattina con il governo, andranno avanti ininterrottamente. Già il 27 mattina avremo i primi vaccinati a Genova. Poi non ci fermeremo, si continuerà a vaccinare sempre fino a esaurire le prime 60 mila dosi che dovrebbero essere inoculate entro le prime tre settimane di gennaio. Se riusciamo a mettere in sicurezza presto gli ospiti delle Rsa, il personale sanitario, i volontari ambulanze e i cittadini fragili, i nostri ospedali non avranno più la pressione che hanno dovuto sopportare a novembre». Lo ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti nel corso di una diretta sulla sua pagina Facebook.

Coronavirus, Toti: «Indicatori continuano a scendere»

«I numeri di oggi sono coerenti con il trend in discesa già stabile da giorni – ha proseguito – qualcuno ieri ha detto che la Regione Liguria era a rischio alto: per la verità il bollettino dell’Istituto Superiore della Sanità viene fatto con le variazioni, ed è vero che la Liguria rispetto alla settimana scorsa ha uno 0,1 in più in qualche indicatore, ma le variazioni sono molto piccole e soprattutto negli indicatori principali continua la discesa: i numeri dei positivi sui tamponi restano quelli di sempre ormai da molti giorni, calano gli ospedalizzati, le terapie intensive sono più o meno stabili».

«Andiamo avanti anche con gli screening – ha aggiunto – All’Ospedale San Martino sono stati elaborati e omologati i nuovi test rapidi da tre minuti, mentre oggi normalmente si aspetta per tampone antigenico 20 minuti. Ho chiesto alle nostre aziende sanitarie di mettersi al contatto al più presto con il professor Icardi, che l’ha sperimentato e omologato, perché entri in funzione già questa settimana».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità