Emergenza sanitaria

Covid-19, ieri nel Tigullio altri 118 contagi e segnalati tre decessi

Al salire dei numeri, sempre più in difficoltà il sistema di contact tracing e le comunicazioni coi Comuni: che ora chiedono alla cittadinanza stessa di segnalare le proprie eventuali positività ed isolamenti

Covid-19, ieri nel Tigullio altri 118 contagi e segnalati tre decessi
Cronaca Chiavari - Lavagna, 31 Ottobre 2020 ore 08:50

È il Secolo XIX di stamani a fare il punto sui numeri del Covid-19 in ASL 4, spesso “oscurati” dai dati della ASL 3 che ancora – benché la capacità dei laboratori chiavaresi sia aumentata in queste settimane – si fa carico di una buona fetta dei tamponi refertati riferiti ai residenti del Tigullio. E i numeri appaiono così paragonabili a quelli delle altre ASL territoriali: sarebbero dunque 118 i nuovi casi registrati ieri in ASL 4, e si segnalano anche altri tre decessi.

Covid-19, ieri nel Tigullio altri 118 contagi e tre decessi

Le tre vittime, mancate all’ospedale di Sestri Levante – che nel frattempo ha ulteriormente aumentato la capacità di posti letto Covid – nelle ultime ore sono una 79enne di Moconesi, mancata l’altro ieri sera, un 91enne sestrese ed una 93enne di Cogorno. In totale, riepiloga il Secolo XIX, sono stati 5 i morti nell’ultima settimana.

I casi attivi sul territorio sono intanto saliti così a 744: il 5 ottobre scorso erano appena 53. Malgrado salgano a ritmo sempre più rapido, però, lo stesso non avviene per le sorveglianze attive, ad oggi “solo” 635. Altro segno che il contact tracing non riesce più a star dietro a tutti i nuovi casi, per ciascuno dei quali, in media, è necessario risalire a circa 15 persone (stima che è anche alla base della consuetudine che pone al 6-7% di positivi rispetto al totale dei tamponi la soglia matematica oltre la quale è evidente il cedimento del sistema: da molti giorni ormai in Liguria quella percentuale è stabilmente sopra il 15%). E non a caso già in diversi comuni come Cogorno e Sestri Levante sono le Amministrazioni a fare appello ai cittadini stessi affinché comunichino al Comune se sono positivi e/o sottoposti ad isolamento, così che si possano attivare anche per loro i servizi a domicilio necessari: perché le segnalazioni dalla ASL ormai tardano ad arrivare. Questo significa anche che difficile diventa per le Amministrazioni anche vigilare sul rispetto delle misure di quarantena.

I ricoveri intanto sono saliti ad 84: 72 sono a Sestri Levante, mentre altri 12 a Lavagna, dove 2 pazienti sono in Terapia Intensiva. Ma, naturalmente, soprattutto fra i più anziani e come dimostrato dalle segnalazioni sestresi, purtroppo non sono solo i pazienti in Intensiva a poter morire. Molti, vuoi per aggravamenti improvvisi delle condizioni cliniche, vuoi per situazioni pregresse già particolarmente difficili, non fanno neppure in tempo ad entrarvi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità