Contagi fuori controllo

Covid e sport, il Rupinaro con un giocatore in quarantena si ferma e chiede di sospendere in campionati minori

«È una scelta difficile ma in questo momento storico ci sentiamo di sostenerla per salvaguardare i nostri tesserati, le nostre famiglie e i nostri concittadini»

Covid e sport, il Rupinaro con un giocatore in quarantena si ferma e chiede di sospendere in campionati minori
Chiavari - Lavagna, 10 Ottobre 2020 ore 07:22

Scuola, certo, ma anche lo sport è un ambiente a rischio e critico per la diffusione del contagio da Coronavirus. Soprattutto fra i più giovani, anche perché spesso le due realtà si intersecano, come è stato per il caso del 12enne studente al Della Torre di Chiavari e giocatore delle giovanili dell’Entella, o l’altro ragazzo delle medie trovato positivo a Moconesi e giocatore nella Calvarese.

Covid e sport, il Rupinaro con un giocatore in quarantena si ferma e chiede di sospendere in campionati minori

La situazione è complicata però anche per gli adulti. Se la Lavagnese ad esempio ha sinora saltato 3 partite su 4 proprio per problematiche relative al Covid, ora anche l’Asd Rupinaro Sport 2014 si ferma: un loro tesserato è infatti in quarantena preventiva – ed ancora in attesa del tampone – dopo contatti con un positivo conclamato. Il Consiglio Direttivo dell’associazione sportiva, infatti, ha chiesto ieri sera il rinvio delle partite di Coppa Liguria previste per oggi che vedrebbero impegnate le due formazioni di Seconda e Terza categoria: i match in questione sono Carasco – Rupinaro e Rupinaro B – Pieve Ligure.

Ma non si ferma qui il Rupinaro, rinviare una partita serve a poco: la società infatti chiede proprio la sospensione dei campionati in cui sono iscritte le sue squadre, Seconda Categoria girone E, Terza Categoria Chiavari ed Eccellenza Femminile. Uno stop almeno sino al 2021. «Per noi era giusto provare a ripartire nonostante le difficoltà e i protocolli molto impegnativi, ci abbiamo messo tutta la nostra buona volontà dimostrata anche dalle iscrizioni di tre prime squadre ai campionati federali – scrive il Consiglio del Rupinaro – ma in questo momento le preoccupazioni sulla salute e i posti di lavoro dei nostri circa 200 tesserati e dei loro familiari sono maggiori rispetto al desiderio di ritornare a giocare. Poi a seconda dell’evolversi della situazione si deciderà insieme se riprendere l’attività o prorogare ulteriormente la sospensione».

«È una scelta difficile ma in questo momento storico ci sentiamo di sostenerla per salvaguardare i nostri tesserati, le nostre famiglie e i nostri concittadini», chiude con grande responsabilità il Direttivo della squadra.

E sostegno al Rupinaro questa mattina arriva proprio dal Pieve Ligure, che avrebbe il match oggi con la loro squadra riserve: il Presidente del Pieve, infatti, ha annunciato che quale che sia la risposta della Federazione, anche la sua squadra non si presenterà in campo per la prima giornata della Coppa Liguria di Terza Categoria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità