Menu
Cerca
istruzione

Creo, suono e canto: successo del progetto delle scuole medie di Sestri Levante

Gli strumenti musicali sono stati realizzati con materiali di riciclo

Creo, suono e canto: successo del progetto delle scuole medie di Sestri Levante
Cronaca Sestri - Val Petronio, 22 Maggio 2021 ore 11:24

Il progetto “Creo, suono e canto nella sua seconda edizione CIAK………..SI SUONA! è nato dalla volontà nel dare importanza a grandi e necessarie tematiche come quelle della sostenibilità, del riciclo di materiale, della condivisione e del senso civico.

Tre gli assi portanti del progetto

Questo infatti è un progetto che ben coglie il senso del nuovo approccio che il ministero ha pianificato per l’Educazione Civica e che la nostra scuola da quest’anno ha iniziato a percorrere: nella sua struttura, infatti, Creo, suono e canto contiene un po' tutti e tre gli assi portanti delle linee guida del MIUR. C’è l’asse della sostenibilità ambientale, nella realizzazione di prodotti con materiale di recupero, l’asse della Costituzione quando si parla di valori come la solidarietà e il rispetto degli altri (socializzazione e socialità) e , in ultimo, l’asse dell’educazione al digitale, esaltata da una correttezza  verso l’uso attento nella comunicazione tra i ragazzi , l’uso consapevole delle foto ma anche la prevenzione dei fenomeni di bullismo con incremento delle competenze civico-sociali.

I ragazzi hanno realizzato un video musicale

I ragazzi della scuola secondaria di primo grado “Descalzo” di Sestri Levante, con la Dirigente Donatella Arena e una parte di docenti, sono stati protagonisti di un video musicale che raccoglie diverse e significative colonne sonore di film cult che hanno segnato la vita di molti adolescenti nel corso degli anni.

I brani sono stati accompagnati con strumenti realizzati dagli studenti con materiale di riuso e personalizzati con creatività e fantasia: i ragazzi si sono impegnati con molte prove a raggiungere una buona armonia e ritmo secondo la tecnica della “body percussion”.

Progetto in collaborazione con il Comune di Sestri Levante

Questo progetto è stato anche appoggiato e sovvenzionato dal Comune di Sestri Levante che ha contribuito con un fondo destinato a gestire in maniera ottimale l’organizzazione dello spettacolo, in funzione di una prevenzione efficace da contagio da Sars-CoV2- Covid-19, permettendo così alla scuola di poter concretizzare questa attività in assoluta sicurezza.

Le parole del Sindaco

“Sono molto onorata – ha dichiarato la Sindaca Valentina Ghio - di amministrare un comune dove opera una scuola altamente innovativa e capace di catturare i ragazzi con progetti che hanno un’incidenza fondamentale in questa delicata fase della crescita”.

“In questa iniziativa ho toccato con mano l’entusiasmo straordinario che ci hanno messo alunni e docenti, e ciò mi ha emozionato e commosso – ha detto l’Assessore all'Istruzione e politiche per l'infanzia Lucia Pinasco presente al Teatro Conchiglia insieme alla prima cittadina.

Utilizzati materiali di riciclo

Per valorizzare appieno il territorio nel video sono state evidenziate le bellezze artistiche e naturali di Sestri Levante attraverso la visione di immagini del luogo. Da questo lavoro è emerso che si sono recuperati: più di 70 bidoncini di sapone liquido per lavatrice, più di 70 bottigliette di plastica e altri materiali reperiti a casa e trasformati in modo nuovo e creativo. Da tali realizzazioni si sono anche rilevate sonorità particolari e modalità espressive innovative. Il progetto, data l’impossibilità di essere presentato in pubblico, sarà tradotto in un video per far sì che tutti possano apprezzare il grande lavoro che c’è stato e mantenere allo stesso tempo un ricordo indelebile che resterà tra i più belli nell’iter scolastico dei ragazzi e dei docenti che lo hanno preparato e interpretato.

Coordinatrici, progettiste e registe del progetto sono state le Prof.sse dell’Istituto Comprensivo di Sestri Levante Elisa D’Agnessa (docente di Musica) e Chiara Costa (docente di Tecnologia). La parte relativa alla comunicazione è stata curata dalla prof.ssa Stefania Verduci.

13 foto Sfoglia la gallery