Menu
Cerca
IL punto

Crollo del cimitero, gli aggiornamenti

Questa mattina ci sarà il sopralluogo dei rocciatori sullo sperone di ponente

Crollo del cimitero, gli aggiornamenti
Cronaca Golfo Paradiso, 06 Marzo 2021 ore 07:33

Alle 17  di ieri, venerdì 5 marzo, si è svolta la riunione del Centro Operativo Avanzato per fare il punto sull’avanzamento degli interventi.

Presenti il Sindaco Francesco Olivari, il Vicesindaco Elisabetta Anversa, l’Assessore Tino Revello, i Vigili del Fuoco, i palombari del Comsubin, la Protezione Civile Regionale e i funzionari della Protezione Civile Nazionale, i tecnici incaricati della coordinazione e della sicurezza degli interventi via terra e via mare, Carabinieri, Guardia Costiera, Polizia Municipale, area tecnica del Comune di Camogli e, in collegamento esterno, i Professori di Fondazione Cima e Università di Firenze.

Per quanto concerne gli interventi via terra, completata la rimozione dei detriti derivanti dalla demolizione dei loculi all’interno del cimitero.
È stata già rimossa la prima gru. Domattina sarà ultimata la stesura delle reti. Nel primo pomeriggio verrà smontata la seconda gru e presumibilmente nel tardo pomeriggio verrà ripristinata la circolazione a senso unico alternato regolamentato da semaforo.

Per quanto riguarda le operazioni via mare, alle ore 15, a seguito del miglioramento delle condizioni meteo marine, è stato effettuato il sopralluogo da parte di Vigili del Fuoco, Comsubin, Guardia Costiera, Carabinieri, direttori dei lavori e pontonisti.

Con un intervento in collegamento esterno, i Professori Luca Ferraris di Fondazione Cima e Nicola Casagli di Università di Firenze hanno illustrato nel dettaglio il funzionamento del sistema di allarme a sensori installato fin dai primi giorni successivi al crollo e hanno inoltre ribadito che il monitoraggio, ad oggi, non ha fatto rilevare movimenti successivi della falesia.

Si è quindi affrontato ancora una volta il tema del monitoraggio costante delle condizioni meteo marine che molto influiscono sulle operazioni sia da terra sia da mare: Arpal invia costantemente un bollettino previsionale alle forze coinvolte nelle operazioni.

Questa mattina ci sarà il sopralluogo dei rocciatori sullo sperone di ponente a cui parteciperanno anche i Vigili del Fuoco e il Professor Francesco Faccini dell’Università di Genova mentre i palombari del Comsubin faranno le loro esplorazioni preliminari nei pressi del pontone con il battello d’appoggio.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli