“CureSIcure”: stand informativo in Asl4

In occasione della prima Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, informazioni sui rischi di eventi avversi nell'iter di ospedalizzazione e cura

“CureSIcure”: stand informativo in Asl4
Cronaca Chiavari - Lavagna, 13 Settembre 2019 ore 14:58

In occasione della prima Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, Alisa e Regione Liguria promuovono la consapevolezza e la conoscenza dei cittadini.

“CureSIcure”: stand informativo in Asl4

Asl 4 nella giornata del 17 settembre dalle ore dalle 12 alle 15 metterà a disposizione dei cittadini presso l’atrio dell’ospedale, uno stand informativo per fornire informazioni e consigli utili.

Sicurezza dei pazienti significa ridurre al minimo gli eventi avversi, comunemente chiamati “errori”, ovvero quegli eventi, inattesi, non intenzionali e indesiderabili, correlati al processo assistenziale che si svolge dentro o fuori l’ospedale, che possono comportare un danno, più o meno grave, ai pazienti. Questi eventi esistono ovunque, anche nelle migliori realtà.
La conoscenza dei potenziali rischi associati alle cure sanitarie, rappresenta un importante strumento di prevenzione: per questo motivo Alisa, con il supporto della Commissione di coordinamento per il rischio clinico di Regione Liguria, in occasione della Prima giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, istituita a partire dal 2019 il 17 settembre di ogni anno, intende promuovere la consapevolezza e il coinvolgimento di cittadini e pazienti su alcuni temi di interesse: prevenzione degli errori di identificazione del paziente, sicurezza in terapia farmacologica, prevenzione delle cadute a domicilio e in ospedale, prevenzione delle lesioni da decubito.
Ci sono consigli semplici e pratici che, oltre a migliorare sempre di più le cure e la qualità dei servizi offerti, possono ridurre i rischi correlati all’assistenza: ad esempio, indossare sempre, se richiesto, il braccialetto identificativo, non dimenticare la tessera sanitaria e un documento d’identità quando si accede a una prestazione, portare con sé, quando ci si reca ospedale o in ambulatorio, la propria “storia” sanitaria (esami, referti ecc.), conoscere la propria terapia farmacologica.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli