Da ottobre altre 5 stazioni liguri perdono le biglietterie: “Assessore Berrino si ritiene estraneo alla decisione”

Lettera congiunta del Comitato Pendolari Levante Ligure, Comitato Difesa Trasporti Valle Stura ed Orba, Comitato Pendolari Savona-Genova, Comitato delle Cinque Terre, WWF-Italia-Liguria

Da ottobre altre 5 stazioni liguri perdono le biglietterie: “Assessore Berrino si ritiene estraneo alla decisione”
Golfo Paradiso, 02 Ottobre 2019 ore 14:27

Lettera congiunta del Comitato Pendolari Levante Ligure, Comitato Difesa Trasporti Valle Stura ed Orba, Comitato Pendolari Savona-Genova, Comitato delle Cinque Terre, WWF-Italia-Liguria, in replica alle ultime affermazioni dell’assessore Giovanni Berrino relative alla chiusura delle biglietterie liguri: “Ennesima conferma della necessità di riscrivere il Contratto di Servizio con Trenitalia“.

La lettera

Da ottobre altre 5 stazioni liguri perdono le biglietterie ma l’assessore Berrino si ritiene estraneo alla decisione.

Trenitalia procede come programmato da tempo, in linea con “l ‘efficientamento dei costi relativi alla rete di vendita e il potenziamento dei canali alternativi“, uno tra i fondamentali obiettivi del CdS firmato con la Regione Liguria a gennaio 2018.

A quasi due anni dall’entrata in vigore del contratto, a pochi giorni dalla chiusura definitiva delle biglietterie di Taggia Arma, Pietra Ligure, Varazze, Genova Pegli e Recco.

L’ assessore Berrino, sollecitato a rispondere a chi chiede che venga garantito un servizio pubblico essenziale, chiarisce ai cittadini che il contratto non esplicita nulla in merito e che l’efficientamento può essere realizzato in modi diversi.

Peccato che non ci riveli quali e che non sia possibile venirlo a sapere in nessun modo, perché lo stesso piano economico finanziario (PEF) è secretato…

L’unica cosa che ci rivela, è che Lui intende il contratto in modo diverso da come lo intende Trenitalia!

E se il CdS è interpretabile in opposti sensi sul tema delle biglietterie, in quanti e quali altri settori ciò che la Regione legge bianco, può essere letto come nero dalla controparte?

UN CONTRATTO NON PUO’ ESSERE NE’ OSCURO NE’ INTERPRETABILE, men che meno se quindicennale e se impegna il bene pubblico, di cui i contraenti sono solo custodi, e non proprietari.

Carissimo Assessore, Lei, con le Sue affermazioni, ha reso plasticamente evidente i motivi per cui il Contratto di Servizio debba essere necessariamente riscritto”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: