Cogorno

Dal 1° febbraio nuovo gestore unico dei rifiuti a Cogorno

Tutte le novità e le migliorie del servizio

Dal 1° febbraio nuovo gestore unico dei rifiuti a Cogorno
Cronaca Chiavari - Lavagna, 30 Gennaio 2021 ore 10:45

Dal 1° febbraio importanti novità per i cittadini del Comune di Cogorno in tema di raccolta differenziata, pulizia e decoro urbano del territorio comunale. Il servizio, con il nuovo gestore unico, che interessa Cogorno e altri 13 Comuni della Val Fontanabuona, è stato aggiudicato mediante gara pubblica all’associazione temporanea di imprese costituita dalla ditte Aprica, del gruppo A2A, e dalla ditta Cuneo Luigi.

Tutte le novità al servizio

Il nuovo contratto prevede delle importati novità per i cittadini di Cogorno, volute dall’Amministrazione comunale.

Di seguito le principali:

  • – Per la prima volta verrà introdotto lo spazzamento meccanico nella zona bassa e in alcune vie della prima zona collinare. Il servizio verrà diviso in quattro zone; ogni mercoledì verrà effettuato lo spazzamento in una zona. Dettagli e orari verranno comunicati nei prossimi giorni.
  • – Verrà incrementato lo spazzamento manuale con operatore.
  • – Verrà rafforzata e migliorata la pulizia mensile dei cassonetti stradali effettuata mediante idropulitrice.
  • – Il sabato mattina viene mantenuto aperto lo sportello per la consegna dei Kit per la raccolta porta a porta presso la sede comunale.
  • – Sarà sempre possibile conferire i rifiuti ingombranti, e non solo, presso il centro di raccolta differenziata in località Fea, sempre con gli stessi orari, lunedì e sabato mattina e mercoledì pomeriggio.
  • – Viene mantenuto il servizio a chiamata per il ritiro degli ingombranti che verrà effettuato una volta al mese (il secondo lunedì di ogni mese). Per il mese di febbraio il numero da chiamare per le prenotazioni è il 3771098353. Successivamente verrà comunicato il numero definitivo.
  • – A partire dal mese di Aprile, in collina, verranno eliminati i cassonetti stradali della frazione secca (indifferenziata) e sostituiti con i sacchetti con codice a barre che verranno consegnati ai cittadini. Verrà fatta un’apposita campagna informativa su questa importante novità.

A Cogorno, raccolta differenziata al 68%. L’Amministrazione sta infine valutando di inserire 3 o 4 isole ecologiche automatizzate in zona bassa, nei quartieri più centrali e popolosi, per permettere di poter conferire a qualsiasi orario mediante tessera sanitaria.

“La cittadinanza dopo quasi 4 anni dall’introduzione della raccolta porta a porta ha maturato una maggior consapevolezza di quanto è importante differenziare – ha commentato l’assessore comunale alla nettezza urbana Sergio Segalerba -. Ne è la conferma il buon risultato ottenuto nel 2019 e nel 2020 della percentuale di raccolta differenziata, in linea con i principali comuni del Tigullio, attestatasi al 68%. Grazie alle isole ecologiche automatizzate, il servizio godrà di un importante valore aggiunto”.

Soddisfazione, per le nuove introduzioni che verranno apportate al servizio rifiuti, anche dal sindaco di Cogorno, Gino Garibaldi: “Questa è un’altra bella sfida per rafforzare e migliorare i risultati che fanno crescere la partecipazione di tutti alla buona gestione della cosa pubblica – ha concluso il primo cittadino -. Insieme possiamo avere un servizio all’avanguardia che rafforza la posizione politica che il Levante porta avanti nel dibattito con la Città Metropolitana”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli