Un defibrillatore in memoria di Giorgia Brixel

A breve l’inaugurazione a Carasco. Parla la famiglia

Un defibrillatore in memoria di Giorgia Brixel
Chiavari - Lavagna, 18 Agosto 2018 ore 07:36

Verrà inaugurato il 1° settembre il defibrillatore acquistato in memoria di Giorgia Brixel, la giovane mancata lo scorso anno a soli 18 anni.

Tanta solidarietà intorno alla famiglia di Giorgia

«Abbiamo raccolto i soldi durante la cena in sua memoria- spiega il papà Andrea Brixel - che si è tenuta il 10 marzo in occasione di quello che sarebbe stato il suo diciannovesimo compleanno». La cena si era svolta da Toni il Profeta ed erano stati raccolti 1.350 euro che sono stati spesi per acquistare un defibrillatore che è stato installato presso il Comune di Carasco.
«Giorgia è mancata per un problema al cuore il 2 settembre scorso - spiega - e regalare alla comunità un defibrillatore è una cosa bella perché è uno strumento fondamentale per salvare tante vite e la sua importanza non va sottovalutata».

Un macchinario accessibile a tutti e utilizzabile da chiunque

Si tratta di un macchinario accessibile a tutti e utilizzabile da chiunque: decide da solo e si collega tramite sim direttamente alla centrale operativa del 118 di Lavagna.
L’unico gesto che va fatto è quello di mettere sul corpo della persona colpita due adesivi, sarà poi la tecnologia in dotazione alla strumentazione a stabilire se e come procedere: «Nessuno ha delle responsabilità - aggiunge - e il 118 viene informato in automatico di cosa sta accadendo». Il defibrillatore deve restare nella teca anche in inverno ed è dotato di una batteria con una durata di otto anni. E’ stato installato nei pressi del Comune. «L’amministrazione ha fatto realizzare una targa in onore di Giorgia - aggiunge - io, invece, voglio far preparare della segnaletica stradale apposita con la dicitura “Comune cardioprotetto”. L’ho vista a Bardonecchia e la trovo molto utile soprattutto se posta nei due ingressi principali, essendo Carasco una cittadina di passaggio».

Sarà inaugurato il 1° settembre a Carasco: taglio del nastro in municipio

E per il papà di Giorgia questo gesto è molto importante: «Ha lasciato tanto: molto più di quanto pensavamo e questo si vede anche nel bene che continua a fare nonostante non ci sia più». A tal proposito l’idea è quella di organizzare qualche iniziativa anche per il prossimo anno. «Visto il sostegno che ci danno le persone e la sensibilità di tanti vogliamo continuare ad aiutare, non abbiamo però ancora deciso in quale modo e dove». Intanto l’appuntamento per il taglio del nastro del defibrillatore in memoria di Giorgia è per il 1° settembre, il giorno prima dell’anniversario della sua scomparsa, a Carasco presso il municipio.