Menu
Cerca

Delitto di Sestri Levante, chiesti 30 anni per Barbosa e Ginocchio

E' la richiesta del pm nei confronti della coppia, attualmente in carcere, accusata di aver ucciso Antonio Olivieri 

Delitto di Sestri Levante, chiesti 30 anni per Barbosa e Ginocchio
Cronaca Sestri - Val Petronio, 13 Dicembre 2018 ore 06:40

Il pm ha chiesto 30 anni per Gesonita Barbosa e Paolo Ginocchio, entrambi accusati dell’omicidio di Antonio Olivieri, ucciso il 23novembre dell’anno scorso nello scantinato del palazzo in cui viveva di viale Roma, a due passi dalla stazione ferroviaria di Sestri Levante.

E’ la richiesta del pm nei confronti della coppia, attualmente in carcere, accusata di aver ucciso Antonio Olivieri

Per la Procura di Genova Barbosa, moglie di Olivieri, conosciuta in città anche con il nome di Anita Brandao, è la mandante del delitto mentre Ginocchio è l’esecutore materiale. Due i motivi che hanno spinto la coppia a uccidere Olivieri: la rabbia della brasiliana nei confronti del marito al quale erano stati affidati i due figli durante la separazione; l’eredità, con la morte del marito lei avrebbe ereditato la propria parte dei beni del marito e saldare i debiti contratti con il gioco.

Per la Mobile era stato Ginocchio a uccidere Olivieri spinto da Barbosa che, ludopatica, provava rabbia nei confronti dell’ex “colpevole” di non darle abbastanza soldi

Quella notte, secondo quanto ricostruito, Ginocchio sarebbe entrato nello scantinato della casa dove viveva Olivieri e avrebbe staccato il contatore della luce. Il primo tentativo non era andato a segno perché la vittima dormiva. Ginocchio sarebbe tornato all’alba e avrebbe di nuovo staccato la luce. Olivieri, sceso nello scantinato, è stato colpito alle spalle con un’arma contundente e strangolato con fascette da elettricista.