Depuratore in Colmata, ecco i primi dettagli

Non solo depuratore di vallata, ma anche una grande serie di opere urbanistiche di riqualificazione dell'area, in conferenza stampa stamani i dettagli del nuovo progetto condiviso, alla presenza anche del sindaco metropolitano Bucci

Depuratore in Colmata, ecco i primi dettagli
Chiavari - Lavagna, 29 Settembre 2018 ore 11:53

Stamani a Palazzo Bianco a Chiavari conferenza stampa e incontro con la cittadinanza che ha annunciato ufficialmente che il depuratore di vallata sarà realizzato nell'area della Colmata Mare. Presenti il sindaco metropolitano Bucci insieme a quello di Chiavari Di Capua e il presidente del consiglio comunale Antonio Segalerba con buona parte della maggioranza consiliare ed i tecnici di Ireti, che hanno presentato il nuovo progetto per il depuratore di vallata. La realizzazione in Colmata è motivo di soddisfazione per il sindaco Marco Di Capua, essendo infatti stata la contrarietà alla costruzione nell'area del Lido uno dei cavalli di battaglia della sua campagna elettorale.

Depuratore e Colmata, i primi dettagli del progetto

Cancellata la procedura precedente, si reinizierà con una nuova di zecca ed una nuova delibera entro un mese e mezzo. Si prevede non solo un depuratore che serva i 124mila abitanti interessati, ma una profonda riqualificazione urbana. Saranno mantenuti i parcheggi attualmente presenti in Colmata, ma verranno "trasferiti" nel sottosuolo. Previste opere di verde pubblico, sarà mantenuto il campo sportivo a 11, appena ristrutturato, che diverrà anche un'arena per eventi e concerti, mentre scomparirà quello a 7. Prolungata la passeggiata a mare, da corso Colombo verso il frontemare fino all'area della piscina del Lido, quest'ultima che verrà in seguito ristrutturata da Palazzo Bianco. I costi - non ancora precisamente quantificati - saranno tutti a carico di Ireti con ingenti oneri d'urbanizzazione. In totale, attraverso questa serie di opere, si conta di recuperare circa 9mila metri quadrati di terreno. Ipotizzata, infine, anche una nuova pista ciclabile che parta dalla Colmata e arrivi sino a Carasco attraversando il lungo Entella.

Sul prossimo numero in edicola de Il Nuovo Levante, ampio servizio con maggiori dettagli.