Deve 3000 euro ai parenti, simula di essere stato rapinato

L'uomo si era rivolto ai carabinieri sostenendo, in modo poco convincente, di essere stato rapinato in posta

Deve 3000 euro ai parenti, simula di essere stato rapinato
Chiavari - Lavagna, 22 Febbraio 2018 ore 08:48

Un 52enne incensurato di Lavagna, originario di Serra Riccò, deve rispondere di tentata simulazione di reato. L’uomo si era rivolto in serata ai carabinieri sostenendo, in maniera poco chiara, di essere stato rapinato al mattino all’uscita da un ufficio postale a Genova, dopo aver prelevato circa 3000 euro.

L’uomo si era rivolto ai carabinieri sostenendo, in modo poco convincente, di essere stato rapinato in posta

Lo scopo del 52enne – secondo quando riportano nell’edizione odierna de Il Secolo XIX, era trovare una giustificazione al mancato possesso di una somma da restituire ad alcuni parenti.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: