La storia

Diego, il dono di nozze più bello

È venuto alla luce poche ore dopo il matrimonio dei suoi genitori, Riccardo Trinca e Ylenia Sesta

Diego, il dono di nozze più bello
Chiavari - Lavagna, 11 Ottobre 2020 ore 11:11

Non voleva mancare alla festa dei suoi genitori. Così Diego Trinca, poche ore dopo le loro nozze, ha avuto fretta di nascere, facendoli letteralmente… scappare dal pranzo nuziale.

La coppia ha dovuto abbandonare il banchetto e precipitarsi all’ospedale. Era atteso a fine ottobre

Doppia festa a Chiavari, sabato 27 e domenica 28 settembre per i neosposi, e neogenitori, Riccardo Trinca, 32 anni meccanico auto a Sestri Levante, e Ylenia Sesta, 30 anni, commessa di Tossini a Chiavari.

Il matrimonio, sabato 27 a Palazzo Bianco Belli, eleganti ed emozionati, i due sposi sono entrati nel palazzo comunale di piazza dell’Orto, lo scorso sabato 27 alle ore 11, per la cerimonia con rito civile davanti al sindaco Marco Di Capua. Dopo le foto di rito nella sala consigliare e nel centro storico, gli sposi e gli invitati, circa una ventina di parenti e amici della coppia, si sono recati per il pranzo nuziale in via Preli, dal ristorante “Ca da Gurpe al mare”.

“Arrivati al ristorante alle 13, abbiamo salutato tutti e fatto altre foto – racconta Riccardo -. Tempo di sederci e spizzicare un pò di antipasto, Ylenia si alza per andare in bagno, quando si accorge che le si sono rotte le acque…”.

Un brindisi dal sapore speciale…

In quel momento Riccardo capisce che Diego sta per arrivare, e nella massima discrezione per non far allarmare i presenti, le mamme dei due sposi e “Robertone” Scarpenti, titolare del locale:

“Roberto ha tirato fuori una bottiglia speciale di brandy riserva, che usa solo per le occasioni importanti. Ne ha versato due bicchieri e abbiamo brindato, anche lui aveva capito che c’eravamo quasi”.

La coppia si allontana dal ricevimento e si reca al Pronto Soccorso di Lavagna. La nascita di Diego era prevista a fine ottobre, i medici decidono, per non correre rischi, di trasferirla all’ospedale Gaslini di Genova.

E alla fine arriva Diego

“A Genova mia moglie viene ricoverata, ed io, fuori dall’ospedale, decido di dormire in macchina nel posteggio. Medici e infermieri di Lavagna e di Genova non credevano ai loro occhi quando ci hanno visto. Ci chiamavano gli “sposini”… Ylenia aveva ancora l’acconciatura con i fiori quando ha partorito”.

L’indomani alle 6.30 arriva la telefonata della moglie:

“Mi dice di trovarsi in sala parto e di salire. Dopo essermi misurato la febbre e vestito con camice, copriscarpe e tutto il resto, l’ho raggiunta. Alle 7.20 Diego nasce, pesa 2.040 Kg, sta bene”.

“È stato un regalo dal cielo”

Fidanzati da 13 anni, il neo papà è orginario di Caperana Alta, la neo mamma di Zerli in val Graveglia. Negli ultimi 3 anni hanno abitato a San Salvatore e a breve si trasferiranno con Diego nell’abitazione di famiglia a Caperana:

“Ci siamo fidanzati il 27 ottobre 2007 e Diego è nato il 27 settembre 2020, un mese prima della scadenza… Oggi mi scendevano le lacrime, perché pensavamo ai nostri papà che non ci sono più. Credo che dal cielo qualcuno lassù ci abbia fatto un gigantesco regalo di nozze”.

Il compito di tranquillizzare gli invitati della fuga dei due sposi è spettato alle mamme di Riccardo e Ylenia che hanno spiegato la situazione:

“Alla fine il nostro pranzo di nozze è stato a base di taralli e di un pacchetto di patatine della macchinetta dell’ospedale. Gli invitati hanno scherzato mandandoci la foto del piatto della torta nuziale finito. Ma erano felici perché hanno festeggiato doppiamente anche loro. Ora speriamo che quando ci sarà il battesimo tutti i nostri parenti possano liberamente partecipare senza le maledette restrizioni per il Covid-19”.

E che i due neogenitori, possano godersi insieme al figlio il ricevimento senza scappare…

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità