Disastro mareggiata, i consiglieri di Pietrasanta donano il gettone a Santa Margherita

Da Rapallo intanto l'appello di Bagnasco: «Dal Governo scena muta e nessuna risorsa: vogliamo risposte concrete e subito»

Disastro mareggiata, i consiglieri di Pietrasanta donano il gettone a Santa Margherita
Rapallo - Santa Margherita, 24 Novembre 2018 ore 08:55

Un piccolo contributo per un grande gesto di solidarietà. Questo il messaggio lanciato dal gruppo consiliare della Lega di Pietrasanta nello scorso consiglio comunale. I fondi raccolti saranno destinati al comune di Santa Margherita Ligure. All’iniziativa hanno aderito anche sindaco e vicesindaco, Alberto Giovannetti ed Elisa Bartoli ed il presidente del consiglio comunale Paola Brizzolari. La decisione è stata presa dopo i terribili eventi accaduti tra la fine di ottobre ed i primi di novembre.

Il gettone di presenza donato a Santa Margherita

«Dopo le notizie delle devastazioni in seguito al maltempo in Veneto, Liguria e Sicilia, vogliamo esprimere la nostra vicinanza alle tante persone in difficoltà -dichiarano i consiglieri-; È questo un gesto che va ben oltre il piccolo contributo economico che possiamo dare. Da persone impegnate nelle istituzioni vogliamo infatti mantenere alta l’attenzione da parte dell’opinione pubblica sulle problematiche idrogeologiche che spesso colpiscono il nostro paese».

«La Liguria crea un vero e proprio asse con la Versilia per quanto riguarda i flussi turistici e per questo ci sentiamo vicini a chi come noi sta puntando da anni sul rilancio culturale e turistico delle proprie comunità. Ci auguriamo -concludono i consiglieri comunali- che la nostra iniziativa possa trovare altre adesioni: vogliamo lanciare un messaggio, senza strumentalizzazioni o schieramenti di parte ma con la responsabilità di chi ha a cuore il futuro e lo sviluppo dell’Italia. Nessuno deve restare indietro».

Non ha tardato ad arrivare il ringraziamento da parte del primo cittadino di Santa Margherita. «Ringrazio i rappresentanti delle istituzioni di Pietrasanta che, come il nostro Comune, ha una vocazione turistico balneare ma anche artistico culturale -dichiara Paolo Donadoni Sindaco – Il loro gesto di vicinanza e di sostegno,  dalla Versilia verso il Tigullio, dimostra ancora una volta la capacità delle istituzioni di fare squadra per affrontare insieme le difficoltà. È questo il dato positivo emerso da questa calamità. Confido che da questa circostanza possa nascere tra i comuni di Santa Margherita Ligure e Pietrasanta un rapporto di amicale collaborazione per il prossimo futuro».

Ma di soldi in Liguria se ne vedono pochi

Nel frattempo, però, da dove i soldi devono arrivare davvero, dal Governo, di concreto si intravede poco, ed è il Sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco ad affidare il proprio sfogo alle pagine del Secolo XIX di oggi. Soprattutto non arrivano risposte, neppure in merito alla proposta di Bagnasco di trattenere in loco, per una annualità, il gettito dell’Imu, che rappresenterebbe una risorsa importante per affrontare i danni dovuti alle mareggiate di fine ottobre, conta che nella sola Rapallo ormai sfiora i 50 milioni di euro. Il timore del primo cittadino rapallese è che «dopo le risorse per la strada fra Santa Margherita e Portofino, che pur tutti condividiamo essere la priorità, non arrivi più nulla». Di più: se si perde tempo, i danni di oggi non tempestivamente affrontati creeranno un circolo vizioso ed un effetto domino, facendo perdere ingenti introiti alle casse comunali di città fondate sul turismo.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità