Domani la pestata collettiva nelle piazze del Levante

Scopriamo insieme i principali appuntamenti nel nostro territorio

Domani la pestata collettiva nelle piazze del Levante
Chiavari - Lavagna, 17 Marzo 2018 ore 15:06

Settimana del Pesto, domenica 18 marzo grandi feste nelle nostre piazze. Ecco alcune località che partecipano all’iniziativa.

La pestata a Chiavari

Tra le città che aderiscono all’iniziativa, a Chiavari ci si sfiderà a colpi di mortaio per realizzare il miglior pesto genovese con l’associazione O Castello, con il governatore Mino Sanguineti e un esperto di cultura genovese che ripercorrerà storia, ricette e tradizioni del pesto e del basilico. Appuntamento in piazza Mazzini dalle 10.30.
Con l’associazione L’Agave sketch comici dialettali ispirati a Gilberto Govi. In piazza basilico, pinoli, mortai e pestelli: ingredienti e gadget forniti da Comune di Chiavari e Regione Liguria, mentre i partecipanti dovranno portarsi da casa mortaio e pestello. Obiettivo la raccolta firme per sostenere la candidatura del pesto al mortaio fra i beni immateriali dell’Umanità Unesco.
Ad ogni partecipante è richiesta la conferma della propria presenza venerdì 16 marzo, contattando gli uffici comunali ai numeri 0185/ 365216 e 0185/365220.
È possibile condividere sui social network le proprie foto e video, legati al pesto al mortaio e alla sua storia, utilizzando l’hashtag #OrgoglioPesto, aggiungendo la propria esperienza ai numerosi video e meme virali lanciati da #lamialiguria.

A Lavagna

A Lavagna l’evento è in programma domenica. I negozianti e gli artigiani hanno iniziato ad allestire le loro vetrine ed i menù dei ristoranti e delle gastronomie si sono arricchiti con note di pesto e basilico. Tra i comuni del Levante è l'unico con una antica tradizione della coltivazione di basilico. Grazie alle famiglie Daneri Maria Giuditta e Daneri Giovanni il nostro territorio vanta una eccellente produzione di basilico locale, sulla rigogliosa piana dell'Entella in località la Moggia.
Lavagna è stata poi l'emblema del pesto e del basilico ospitando il fortunato e prestigioso format “Pesto e dintorni” per ben 10 anni, dal 2003 al 2013.
Inoltre Lavagna parteciperà ai mondiali di sabato 17 marzo a Genova attraverso la finalista della scorsa edizione (la 4ª) svolta durante Girolio 2016 nel porticato Brignardello e vinta da Martina Calautti, studentessa dell’Alberghiero.
Appuntamento quindi domenica 18 marzo alle 10.30 in piazza della Libertà (zona pedonale), per l’evento organizzato dal Consorzio Centro Storico di Lavagna in collaborazione con Comune e Alberghiero.

 

Il pesto in vallata

Anche il Parco dell’Aveto aderisce alla manifestazione: in Val Graveglia, a Ne, apertura straordinaria del Mercatino Agricolo di Conscenti, dalle 9 alle 12. Anche qui (con mortaio e pestello al seguito) tutti i partecipanti si potranno cimentare nella preparazione del pesto: eccezionalmente, ai “foresti”, gli strumenti verranno prestati dall’organizzazione. Nella mattinata sarà eletto anche il miglior “pestimonial” della Val Graveglia. Nell’occasione saranno raccolte le firme dei partecipanti e dei visitatori su un apposito registro fornito dalla Regione.
La Miniera di Gambatesa aderirà alla Giornata del Pesto del 18 marzo (evento #UnaMinieradiPesto), praticando sconti a chi avrà partecipato in mattinata alla kermesse di Conscenti, raccogliendo ugualmente le firme a sostegno della candidatura a patrimonio Unesco. Decine di piantine di basilico addobberanno il centro visite: prenotazioni ai numeri 0185/338876 o 388/3084752.

In Valle Sturla, nella frazione di Vignolo, il Comune di Mezzanego organizza la manifestazione sul sagrato della chiesa parrocchiale. Anche qui l’evento sarà #Firmaepesta e tutti i partecipanti si potranno cimentare a fare il pesto al mortaio. A seguire, degustazione di trofie con il pesto “pestato”. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà nel salone parrocchiale, altrimenti sul panoramico sagrato della Chiesa di S. Michele Arcangelo (sec. XVII), su cui svetta un ardito campanile con cupola in ardesia. Mezzanego è nota anche per le sue nocciole, e per il paesaggio terrazzato a fasce di vigne, ulivi e, appunto, noccioleti. Appuntamento sul sagrato della Chiesa di Vignolo (Mezzanego), dalle ore 11 di domenica.

Gli antichi mortai a Borzonasca

A breve distanza, presso la propria sede di Borzonasca in via Marré 75A, il Parco dell’Aveto organizza una esposizione a tema (evento #FirmaeScoprilpesto), la Mostra di vecchi e antichi mortai, messi gentilmente a disposizione da famiglie locali: pestelli in legno di diverse varietà, mortai “della bisnonna” in marmo o (pezzo unico!) in legno, accompagneranno il visitatore alla scoperta di questo antico strumento. Appuntamento sabato mattina e domenica tutto il giorno.

In Val d’Aveto ha aderito il Comune di Rezzoaglio, che organizzerà, in collaborazione con il Parco dell’Aveto, un evento #Firmaepesta: di fronte al Centro Visite del Parco tutti coloro che lo desiderano si potranno cimentare nel fare il pesto al mortaio. Mortaio e pestello da casa. Sarà anche un’occasione per vedere il Centro Visite del Parco. Inoltre, a tema sul pesto, anche qui evento #FirmaeScoprilpesto, con Mostra di vecchi e antichi mortai, messi a disposizione del Parco da famiglie avetane. Appuntamento al Centro Visite del Parco dell’Aveto, Via Roma 47 domenica mattina dalle ore 10. Aderisce alla campagna anche il nuovo Rifugio del Parco “Casermette del Penna”: qui l’evento sarà piuttosto #Gustailpestoefirma. Domenica, per tutto il giorno (prenotazioni al numero 0185/1676495) lo chef del rifugio dedicherà al pesto qualche piatto del menu, a partire dagli gnocchi di patate quarantine (una varietà della montagna ligure, davvero prelibata) al pesto.

A Lumarzo il Pranzo con il "Re Basilico"

Nell’entroterra fontanina, Lumarzo è andato oltre: l’amministrazione comunale in collaborazione con la locale Pro Loco non si sono limitatati alla “pestata collettiva”, ma propongono persino il pranzo con “Re basilico”. Con soli 13 euro, trofiette al pesto, bollito con salsa verde al profumo di basilico, contorno, crostata pane e acqua. Saranno presenti banchetti di prodotti locali ed uno stand dimostrativo sull’uso del pesto.


La festa del pesto a Zoagli

Anche Zoagli partecipa: domenica 18 marzo in piazza XXVII Dicembre grande giornata di festa, inizio alle ore 10 con la presentazione di un celeberrimo chef locale che inaugurerà la rassegna del pesto. Poi la a preparazione collettiva del pesto. Tutti i partecipanti alla gara, con il proprio pestello e mortaio, potranno realizzare la loro personale ricetta del pesto, seguendo le tradizioni di famiglia e utilizzando gli ingredienti messi a disposizione dalla Regione Liguria. Sarà dato spazio alla petizione. In caso di maltempo, la festa si svolgerà nei locali della palestra comunale Teramo Piaggio. Iscrizioni gratuite: dovranno tempestivamente pervenire in Comune, previo appuntamento, telefonando al 0185/2505224 oppure chiamando il 349/1676407 dell’Associazione EgoenergyFreetime.

Sotto i portici a Recco

A Recco appuntamento alle 11 in via Assereto sotto i portici: l’evento è organizzato dall’efficiente squadra della Pro Loco.  Una postazione con più tavoli ai quali prenderanno posto i cittadini di Recco che, precedentemente iscritti all’evento organizzato dall’efficiente squadra della Pro Loco, porteranno il loro mortaio, tradizione di famiglia, e si esibiranno nella loro personale preparazione del pesto con gli ingredienti messi a disposizione da Regione Liguria. Contestualmente verranno raccolte le firme, anche nei ristoranti del Consorzio, al fine di sensibilizzare l’opinione pubblico al sostegno della candidatura UNESCO, iter avviato ddall’Associazione Palatifini. A Recco, Capitale Gastronomica della Liguria, la tradizione del pesto genovese è sempre stata portata avanti preservandone l’antica ricetta e il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio IGP partecipa con entusiasmo all’iniziativa.