borzonasca

Domiciliari negati, resta in carcere il "guru" del centro Anidra

Si indaga anche su abusi sessuali spacciati per pratiche tantriche

Domiciliari negati, resta in carcere il "guru" del centro Anidra
Cronaca Valli ed entroterra, 19 Giugno 2021 ore 14:47

Paolo Bendinelli dovrà rimanere in carcere in attesa di giudizio: è quanto ha stabilito il Tribunale di Genova, come riferito oggi dalle colonne de Il Secolo XIX. Poche settimane fa era stato invece rilasciato Paolo Oneda, medico bresciano del centro dove viveva l'agente immobiliare Roberta Repetto, morta a 40 anni per le conseguenze di un melanoma su cui si era operato, secondo le testimonianze, su un tavolo da cucina, senza provvedere nemmeno all'esame istologico dei reperti.

Diversi i filoni d'inchiesta

Bendinelli si è fin qui rifiutato di rispondere agli interrogatori di garanzia: su di lui pende l'accusa di omicidio. Solo uno dei filoni d'inchiesta che coinvolge il centro olistico di Borzonasca, che vede indagata anche la sua amministratrice Teresa Cuzzolin: si indaga in particolare su pratiche sessuali a cui sarebbero state sottoposte donne plagiate con la complicità della psicologa compagna del dottor Oneda.