Donna di Codogno in isolamento a Rapallo, tampone negativo

Bagnasco: «La persona in questione potrà comunque rispondere legalmente dell'aver violato le disposizioni governative per i Comuni-focolaio venendo a Rapallo»

Donna di Codogno in isolamento a Rapallo, tampone negativo
Rapallo - Santa Margherita, 23 Febbraio 2020 ore 17:53

È stato lo stesso sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, ed in seguito una comunicazione da parte del Comune, ad aggiornare nel tardo pomeriggio di oggi in merito alla notizia, resa nota dalla Regione, di una donna proveniente da Codogno – epicentro del focolaio lombardo – ma con casa in città messasi in autoisolamento per prevenire il rischio di contagio da coronavirus.

Donna di Codogno in isolamento a Rapallo, tampone negativo

Il primo cittadino ha confermato trattarsi «di una persona proveniente dalle aree ritenute di focolaio. Grazie alla sinergia con le forze dell’ordine, sono state effettuate tutte le verifiche del caso in base ai protocolli stabiliti dalla Regione». Quindi l’importante comunicazione dei risultati delle prime verifiche: «Questa persona è stata quindi identificata e, stando ai tamponi effettuati, non risultano essere positivi al Coronavirus né lei, né i suoi familiari». Bagnasco non esclude comunque che la donna in questione possa essere chiamata «a rispondere legalmente del fatto di essere venuta a Rapallo nonostante le disposizioni governative per i Comuni-focolaio».

Nessun caso di contagio a Rapallo dunque, ed il Sindaco invita i cittadini «a restare tranquilli e non contribuire a diffondere allarmismi: la situazione è delicata, ma il loro contributo in termini di corretta comunicazione è fondamentale – rimarca il primo cittadino – Noi ci siamo per ogni evenienza e aggiorneremo costantemente la cittadinanza. Ricordo che, in caso di emergenza, la prassi è contattare il 112 e non recarsi di persona al pronto soccorso».

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: