Menu
Cerca
FRATI CAPUCCINI

Dopo 32 anni Padre Lorenzo Zamperin lascia i Frati di Chiavari

Ieri l'ultima messa con la sua comunità. Si trasferirà nella comunità dei Frati Cappuccini di San Barnaba a Genova

Dopo 32 anni Padre Lorenzo Zamperin lascia i Frati di Chiavari
Cronaca Chiavari - Lavagna, 25 Gennaio 2021 ore 08:32

Con la messa delle 11.30 celebrata ieri domenica 24 gennaio nella chiesa dei Frati Cappuccini di Viale Tappani a Chiavari, Padre Lorenzo Zamperin ha salutato la comunità dopo ben 32 anni di presenza nella cittadina.

Si trasferirà a Genova, nella comunità dei Frati Cappuccini di San Barnaba

Tanta la commozione ieri  mattina tra i fedeli che hanno gremito la chiesa dei Frati Cappuccini di viale delle Palme a Chiavari, per l’ultima celebrazione della messa da parte di Padre Lorenzo Zamperin. I fedeli hanno seguito con un raccoglimento particolare quest’ultima funzione accompagnata dai canti del Coro Antares guidato dal maestro Maria Rita Mori.

Padre Lorenzo si trasferirà nella comunità dei Frati Cappuccini di San Barnaba a Genova.

Il ricordo del direttore di radio Aldebaran Salvo Agosta

Tra le realtà sviluppatesi in questi anni grazie al suo contributo, il Coro Antares e Radio Aldebaran. Ecco il  ricordo del direttore di Radio Aldebaran Salvo Agosta:

Il cappuccino, arrivato a Chiavari nel 1978 e ininterrottamente rimastovi, eccetto una parentesi a Santa Margherita Ligure, lascia per iniziare sulle alture genovesi di Castelletto, nel Convento di San Barnaba, una nuova avventura spirituale.

Padre Lorenzo ha significato molto per tutta la comunità che ruota intorno alla chiesa di Viale Tappani: sempre attento all’ascolto, sempre disponibile verso chi ha avuto bisogno di una  guida o di una parola di conforto, sempre pronto alle richieste che provenivano anche dalle altre comunità della nostra diocesi.

Per noi della radio è stato colui che ci ha permesso di realizzare un sogno, di crescere in un ambiente sano e rigoglioso di buoni frutti, di trasformare quello che era partito come un gioco nell’attività principale della nostra vita, fino a portare alcuni di noi ad essere degli affermati professionisti della comunicazione.

‘L’importante nella vita è sapere coniugare nel giusto modo le esperienze umane con quelle spirituali’ questo ha sottolineato Padre Lorenzo nell’omelia ed è a queste direttive che abbiamo cercato di attenerci nella nostra crescita.

Non potremo mai dire grazie abbastanza a quest’uomo che ci ha accompagnato e ci accompagnerà ancora in questa meravigliosa esperienza che Radio Aldebaran ci consente di vivere quotidianamente a contatto con la gente del nostro territorio”.

(Ampio servizio nel prossimo numero de Il Nuovo Levante in edicola venerdì 29 gennaio)