Dopo la mareggiata, arriva l’incontro

Un’occasione di riflessione e rilancio di prospettive partendo dall’Enciclica “Laudato Si’” è quella in calendario giovedì 28 febbraio alle ore 21 nella Basilica dei Santi Gervasio e Protasio di Rapallo

Dopo la mareggiata, arriva l’incontro
Rapallo - Santa Margherita, 25 Febbraio 2019 ore 14:28

Le Comunità parrocchiali del Tigullio occidentale e la Caritas diocesana si interrogano sulla cura e la custodia del creato, “casa comune” come l’ha definita Papa Francesco, alla luce della violenta mareggiata che ha colpito il territorio del levante ligure lo scorso mese di ottobre.

Dopo la mareggiata, arriva l’incontro

Un’occasione di riflessione e rilancio di prospettive partendo dall’Enciclica “Laudato Si’” è quella in calendario giovedì 28 febbraio alle ore 21 nella Basilica dei Santi Gervasio e Protasio di Rapallo.

Relatore della serata sarà Enrico Giovannini: già presidente dell’Istat e Ministro del Lavoro nel governo Letta, oggi è Professore ordinario di statistica economica all’Università di Roma Tor Vergata, fondatore e portavoce di ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo sostenibile).

Moderatore dell’incontro don Enrico Bacigalupo, direttore della Caritas diocesana.

“L’ambiente è un bene collettivo, patrimonio di tutta l’umanità e responsabilità di tutti. Chi ne possiede una parte è solo per amministrarla a beneficio di tutti – ricorda Papa Francesco nella “Laudato Si’” -. Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo? Questa domanda non riguarda solo l’ambiente in modo isolato, perché non si può porre la questione in maniera parziale. Quando ci interroghiamo circa il mondo che vogliamo lasciare ci riferiamo soprattutto al suo orientamento generale, al suo senso, ai suoi valori”.

L’incontro pubblico è promosso da tutte le parrocchie di Rapallo, Santa Margherita Ligure, Zoagli e Portofino e gode del Patrocinio di tutti i Comuni coinvolti.

Dai una mano a
Sono ormai settimane che i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano senza sosta per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio.
Tutto questo gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Viviamo di pubblicità. Una risorsa che è venuta a mancare nelle ultime settimane a causa delle conseguenze dell'emergenza CoronaVirus.
Per questo ci rivolgiamo a te. Ti chiediamo di sostenere il tuo quotidiano online con un contributo volontario.
Ci aiuterà a superare questo momento, continuando a informarti.
Grazie.

Scegli il tuo contributo: