Cronaca

Doppio intervento oggi per la Guardia Costiera

Sub genovese in difficoltà a Portofino e due giovani canoisti milanesi rimasti bloccati fra gli scogli

Doppio intervento oggi per la Guardia Costiera
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 20 Maggio 2018 ore 17:04

Due gli interventi di soccorso in questa domenica pre-estiva da parte della Guardia Costiera.

Gli interventi

Il primo, attorno alle 11.45, in aiuto di una sub in difficoltà nell'area di immersione detta "Cala degli Inglesi" all'interno dell'Area Marina Protetta di Portofino. La donna, impegnata in attività diving insieme ad un gruppo di subacquei di un centro genovese, ha accusato quasi subito un malore, comunemente detto “narcosi d’azoto”, ed è risalita in superficie. I soccorsi sono stati attivati dall’unità che li accompagnava ed è stato pertanto allertato immediatamente l’equipaggio della motovedetta S.A.R. CP883 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure. Dopo alcuni minuti, giunti sul posto, i soccorritori della Guardia Costiera hanno prestato i primi soccorsi e la donna, aiutata dalla somministrazione di ossigeno puro, si è prontamente ripresa ed ha rifiutato ulteriore assistenza sanitaria, rientrando con il suo gruppo di subacquei al Porto di Genova.

Alle ore 13.30 circa, è giunta invece un’altra segnalazione riguardante la presenza di due bagnanti rimasti bloccati dopo essersi incagliati su uno scoglio con la propria canoa. Per le difficoltà di manovra derivanti dalla presenza di scogli affioranti in prossimità della costa, è stato impiegato in questo caso il battello veloce A96 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita, il cui equipaggio ha subito individuato i due ragazzi milanesi aggrappati su uno scoglio, infreddoliti a causa delle basse temperature dell’acqua nonché della fredda brezza insistente in quella zona di mare. Dopo le prime cure, i due ragazzi, in buono stato di salute e solamente impauriti, sono stati accompagnati in spiaggia dai militari della Guardia Costiera ove ad attenderli vi erano i genitori.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter