OGGI L'ADDIO

E’ morto il medico scrittore Silviano Fiorato

A soli 18 il suo primo racconto pubblicato sul Secolo, poi libri, raccolte di poesie e la direzione della rivista regionale Liguria Medica

E’ morto il medico scrittore Silviano Fiorato
Cronaca 25 Gennaio 2021 ore 12:32

Il mondo della sanità e quello della cultura piangono la scomparsa di Silviano Maria Fiorato, medico di professione e parallelamente scrittore e poeta. Questa mattina, nella Chiesa di Santa Marta in Piazza Corvetto a Genova, l’ultimo saluto. Cordoglio per la scomparsa di Fiorato anche dal Presidente, dal Consiglio di Amministrazione dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di cui è Direttore il figlio, il professor Guido Fiorato.

Dagli esordi a 18 anni sul Secolo XIX alla professione medica e poetica

Silviano Fiorato, di professione medico, aveva esordito giovanissimo nel mondo letterario. A soli diciotto anni un suo racconto fu pubblicato su “Il Secolo XIX” , cui ha fatto séguito, per diversi anni, l’attività giornalistica nella stampa medica, in campo deontologico ed etico-professionale. Ha diretto dal 1976 al 1980 l’organo di stampa regionale “Liguria medica”. Dal 1950 è stato fino a pochi anni fa collaboratore dei quaderni mensili de “Il Gallo”, rivista di ricerca spirituale in ambito cristiano, particolarmente con articoli di satira del costume.

Silviano Maria Fiorato, medico e scrittore genovese

Il Dattero d’Argento nel 1985 a Bordighera

Il suo racconto satirico Storia di Cirilla ha ricevuto il “Dattero d’argento” al Salone Internazionale di Bordighera nel 1985. Nel 1988 è tra i fondatori della rivista letteraria “Prosapoesia”. Dal 1999 è tato collaboratore della pubblicazione “Autori Liguri”. Nel 2000 ha pubblicato una guida turistico-letteraria del Centro storico di Genova.

Gli esordi con la poesia nel 1973

L’attività poetica ha avuto esordio con la stampa sulla rivista “Minuti” di Firenze e su “Alla Bottega” di Milano (1973); successivamente su “Il Gallo”, “La Serpe”, “Indizi” e “L’Agave”. Ha pubblicato quattro raccolte di poesie: Questo, forse (Ed. La Locusta, 1981), Il finto del nulla (Ed. Marietti, 1992), Per le disperse strade (Ed. S. Lorenzo, 1994) e Il silenzio del vetro (Bastogi, 2002). Con la poesia Genova, Porta
Soprana ha vinto il 1° Premio assoluto al concorso “Milano-Duomo” 2004.

Ad annunciarne la scomparsa gli amati Maria Carla, Pierfrancesco con Elisa e Angelica, Guido con Christian, Maria Pina, oltre i nipoti Italo, Giulia, Luca, Giuliana e Paola.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli