Entella: “Decisione del Tar? Continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi opportune”

La società biancoceleste: "Parteciperemo al campionato di serie C a testa alta, anche se abbiamo il diritto di giocare in serie B"

Entella: “Decisione del Tar? Continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi opportune”
Chiavari - Lavagna, 07 Novembre 2018 ore 17:26

La Virtus Entella rimane in serie C: dopo la sentenza di oggi del Tar del Lazio, arriva il commento della società biancoceleste.

“Si tratta dell’ennesima beffa: l’Entella ha il diritto di giocare in serie B”

“L’ordinanza emessa oggi dal Tar del Lazio evidenzia, ancora una volta, come l’Entella abbia il diritto di giocare in serie B. Si legge nel documento che questo non può avvenire perché il campionato è già troppo avanzato e la riammissione necessità di una delibera che la Figc fino ad ora non ha voluto fare.
L’ennesima beffa, tenuto conto che la decisione del consiglio di garanzia del Coni e’ datata 19 settembre”.

“Continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi opportune: parteciperemo  al campionato di serie C a testa alta”

“Per questo  – continua la società – continueremo la nostra battaglia in tutte le sedi opportune, nella certezza che l’Entella sia vittima di una gravissima e inspiegabile ingiustizia.
Parteciperemo al campionato di serie C a testa alta, orgogliosi dei nostri valori, di aver sempre rispettato le regole, di essere una mosca bianca in un sistema calcio che reclama quei principi di legalità presi a calci nella nostra incredibile vicenda”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: