Chiavari

Entro breve il progetto della Diga Perfigli

Dopo anni di battaglie, grande scontento per i cittadini coinvolti

Entro breve il progetto della Diga Perfigli
Chiavari - Lavagna, 03 Ottobre 2020 ore 16:09

La Città Metropolitana di Genova ha depositato i provvedimenti di esproprio, che, di fatto, danno il via al progetto della cosiddetta Diga Perfigli entro breve.

Chiavari

Dopo anni di battaglie, grande scontento per i cittadini coinvolti, loro malgrado, nell’opera:

“Con il deposito dei provvedimenti di esproprio, la Città Metropolitana dà il via al famigerato progetto di supposta mitigazione del rischio idraulico del bacino dell’Entella noto come Diga Perfigli – ha commentato Giovanni  Melandri, per il Comitato Giù le mani dal fiume Entella -. Il fatto che sia stata scelta proprio la data del 18 settembre 2020 lasciano le considerazioni che meritano, essendo l’ultimo giorno prima della decadenza del procedimento di esproprio, senza neppure attendere il passato in giudicato del ricorso al Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, avverso il quale sarebbe ancora possibile ricorso in Cassazione. In questa scelta, la politica è stata complice o inutile spettatrice?”.

A titolo personale, così ha commentato il co-promotore del ricorso contro la diga Perfigli Federico Cardelli:

“I cinque Comuni dell’Entella chiesero nel 2017 alla Regione, il dragaggio del fiume; oggi, passati tre anni, di dragaggio non se ne parla. La Regione s’era anche opposta con forza al Ministero dell’Ambiente che voleva ritirarle il finanziamento di 8 milioni di euro, e ha chiesto, l’autunno scorso, altri 23 milioni per proseguire col secondo lotto! E’ finita che hanno vinto loro: il ricorso è stato respinto e il 18 settembre era l’ultimo giorno utile per approvare il decreto d’esproprio. Dalle pochissime informazioni trapelate dagli uffici è praticamente certo che sia stato approvato il decreto e che siano state spedite le lettere d’esproprio. Ed è quindi certo che a breve partiranno i lavori sull’Entella”.

Nella politica locale, comunicato congiunto del Movimento 5 Stelle Lavagna e del Meetup 5 Stelle Chiavari:

“Non è stato un atto amministrativo, ma un atto di quella politica codarda, vile ed ignava, che si vuole sottrarre al confronto. Il nostro impegno civico e politico nacque 10 anni fa, per opporci ad opere scellerate quali la Colmata alla foce del Fiume Entella e la Diga Perfigli, atte a devastare il territorio. La prima è stata vinta, la seconda garantiamo che non sarà più solo una battaglia amministrativa. Lo diciamo con dispiacere a quei ragazzi, amici, che comunque sono la maggioranza politica che gestiscono il Comune di Lavagna e Chiavari: in oltre un anno non avete mosso un dito per bloccare questa porcheria. Oggi chi amministra le città e non si oppone avrà delle responsabilità morali per i prossimi decenni”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità