Eravamo quasi in cielo: uno spettacolo fra storia dello sport e solidarietà

Lo scudetto del 1944 dei Vigili del Fuoco Spezia in scena per Amatrice

Eravamo quasi in cielo: uno spettacolo fra storia dello sport e solidarietà
07 Ottobre 2017 ore 16:21

Sabato prossimo, 14 ottobre, al Teatro Sociale di Camogli l’Amministrazione Comunale di Recco presenta “Eravamo quasi in cielo” di Marco Ciriello e Gianfelice Facchetti, il ricavato sarà devoluto alla scuola di Amatrice.

In scena la storia del leggendario scudetto del 1944 sotto le bombe

Gianfelice Facchetti, figlio di Giacinto, l’indimenticabile campione dell”Inter, fonde la sua passione per il calcio e per il teatro, e racconta l’impresa leggendaria dei Vigili del Fuoco di La Spezia. La mitica squadra che, fra macerie, bombardamenti aerei e cannoni, riuscì a vincere lo scudetto del 1944. Sul palco, una scenografia scarna, scale di legno, una vecchia porta, sagome che ritraggono alcuni protagonisti della storia e poco altro. Ma ogni spettatore avrà un album di figurine da incollare, per giocare ancora una volta con le immagini evocate. Basta questo per fare posto alle gesta della grande squadra guidata da Ottavio Barbieri. La musica dal vivo degli Ottavo Richter fa il resto.

Il ricavato andrà al progetto dei Vigili del Fuoco di La Spezia per la costruzione della nuova scuola della terremotata Amatrice

Tutta la Cittadinanza è invitata a partecipare: l’ingresso per assistere all’opera teatrale è libero e gratuito. I partecipanti potranno devolvere una libera offerta a sostegno del progetto dell’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco, Sezione di La Spezia, finalizzato alla costruzione del nuovo complesso scolastico di Amatrice. Questo progetto, legato al programma “Adotta un’opera” promosso dallo stesso Comune di Amatrice, prevede la costruzione dell’intero nuovo complesso scolastico, dalle elementari alle medie, con annessa un’area sportiva munita di palestra e campo polifunzionale.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità