Coronavirus

“Eroi dimenticati”: ora gli infermieri scioperano

Sciopero indetto dal sindacato Nursing Up per il 2 novembre: sarà prevalentemente simbolico, in quanto i servizi essenziali ed emergenziali dovranno essere garantiti, ma il settore è in subbuglio

“Eroi dimenticati”: ora gli infermieri scioperano
Chiavari - Lavagna, 31 Ottobre 2020 ore 08:02

Nursing Up, uno dei principali sindacati autonomi degli infermieri italiani, ha proclamato lo sciopero nazionale degli infermieri e di tutto il personale sanitario non medico per l’intera giornata del 2 novembre (per 24 ore dalle 7 di lunedì alle 7 di martedì). Allo sciopero hanno aderito anche (rispettivamente in data 21 e 20 ottobre 2020) l’Associazione Avvocatura di Diritto Infermieristico (ADI) e la O.S. Coordinamento Infermieristico Autonomo (COINA).

“Eroi dimenticati”: ora gli infermieri scioperano

Resteranno garantiti, per ovvie ragioni e da termini di legge, i servizi pubblici essenziali e d’emergenza, ma potranno subire interruzioni e sospensioni le attività prenotate e programmate: il risultato, in questo momento di emergenza sanitaria, sarà probabilmente uno sciopero più simbolico che davvero materiale, ma questo poco toglie alla delicatezza della situazione. Molteplici le rivendicazioni, dalle condizioni contrattuali al clima di sottovalutazione dell’emergenza che si respira in mezza Italia – e mezza politica – mentre gli operatori sanitari sono al fronte, come – e per certi versi peggio – a marzo. E in Liguria fa molto discutere anche l’idea di Toti di assumere giovani infermieri ancora non laureati, saltando a piè pari ogni graduatoria: per Nursing Up un’idea quanto mai azzardata quella di mettere in mano pazienti molto complicati a giovanissimi ancora non abilitati ad interagire coi malati.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità