Menu
Cerca
le nuove regole

Fase 3, il sindaco Carlo Bagnasco ha firmato la nuova ordinanza

Riapriranno invece giovedì 21 maggio la Biblioteca internazionale “Città di Rapallo”, i musei e i parchi e i giardini pubblici.

Fase 3, il sindaco Carlo Bagnasco ha firmato la nuova ordinanza
Cronaca Rapallo - Santa Margherita, 18 Maggio 2020 ore 14:09

Il sindaco Carlo Bagnasco ha firmato questa mattina la nuova ordinanza sindacale che elenca le ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, a fronte dell’ordinanza emessa ieri, 17 maggio, dalla Regione Liguria. L’ordinanza resterà in vigore fino alla mezzanotte del 31 luglio 2020, fatti salvi i diversi termini stabiliti anche in relazione all’evolversi della situazione epidemiologica.

 

Tra i punti principali per la cosiddetta Fase 3,  la riapertura – a partire da giovedì 21 maggio – del mercato settimanale. Al fine di mantenere le distanze di sicurezza previste dalle normative per non creare assembramenti, i banchi saranno posizionati anche sulla parte carrabile della passeggiata a mare. Verrà pertanto disposta la chiusura al traffico veicolare del lungomare Vittorio Veneto per consentire lo svolgimento del mercato. I singoli operatori interessati dovranno adottare tutte le modalità necessarie per mantenere il distanziamento sociale: tra queste, la delimitazione con apposito materiale (nastro segnaletico o fettucciato, o colonnine con catene di plastica) l’area di vendita di ogni singolo banco così da incanalare la clientela interessata all’acquisto dei prodotti onde evitare assembramenti.

I clienti dovranno mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, utilizzare obbligatoriamente le proprie mascherine e i guanti monouso forniti dagli operatori per la scelta dei prodotti. Nell’area mercatale verranno posizionati appositi contenitori per lo smaltimento dei dispositivi di protezione.

 

Riapriranno invece giovedì 21 maggio la Biblioteca internazionale “Città di Rapallo”, i musei e i parchi e i giardini pubblici.

 

Permane l’obbligo di utilizzare protezioni alle vie respiratorie (mascherine), correttamente indossate in modo da coprire interamente naso e bocca, per accedere – degli orari di apertura – ad esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche, e in ogni altro luogo chiuso in cui sia previsto l’accesso generalizzato di persone. L’obbligo di indossare la mascherina è previsto anche nei veicoli di trasporto pubblico locale e negli spazi aperti (pubblici o accessibili al pubblico) in presenza di altre persone e, in particolare, quando non è garantito il distanziamento sociale.

 

«Si è aperta una nuova fase, con un graduale ritorno alla normalità – osserva il primo cittadino Carlo Bagnasco – Questo, però, non significa che si debba abbassare la guardia. Tutt’altro. Nella Fase 3, diventa ancora più fondamentale il senso civico e di responsabilità dei cittadini: cerchiamo di attenerci tutti quanti e in maniera scrupolosa alle regole per preservare la nostra salute e quella degli altri. Verranno quindi intensificati i controlli sul territorio per garantire che le regole vengano rispettate: ringrazio, a questo proposito, forze dell’ordine e polizia municipale per il prezioso lavoro e impegno. Da parte nostra, faremo il possibile per dare supporto e sostegno a cittadini e realtà commerciali, imprenditoriali e associazionistiche».

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli