Menu
Cerca
Lavagna

Focolaio all’ospedale: “Gli operatori devono essere tutti preventivamente vaccinati”

A dirlo il direttore generale dell'Asl 4 Paolo Petralia. Otto pazienti sono stati contagiati dal Covid-19 dopo essere stati in contatto con un infermiere, anch’egli contagiato, che aveva rifiutato di essere vaccinato

Focolaio all’ospedale: “Gli operatori devono essere tutti preventivamente vaccinati”
Cronaca Chiavari - Lavagna, 25 Marzo 2021 ore 07:41

«Il focolaio che abbiamo scoperto nel reparto di Medicina dell’ospedale di Lavagna dimostra quando sia indispensabile che gli operatori siano preventivamente vaccinati per garantire salute nell’ambiente in cui lavorano». A dirlo il direttore generale dell’Asl 4 Paolo Petralia. La dichiarazione appare nell’edizione odierna de Il Secolo XIX.

A dirlo il direttore generale dell’Asl 4 Paolo Petralia. Otto pazienti sono stati contagiati dal Covid-19 dopo essere stati in contatto con un infermiere, anch’egli contagiato, che aveva rifiutato di essere vaccinato

Otto pazienti ricoverati all’ospedale di Lavagna sono stati contagiati dal Covid-19 dopo essere stati in contatto con un infermiere, anch’egli contagiato, che aveva rifiutato di essere vaccinato. «La positività degli 8 pazienti ricoverati a Lavagna – ha proseguito Petralia – è emersa durante i controlli di routine. Le verifiche sono state poi estese a tutti gli operatori ed è emerso che uno di loro era rimasto contagiato. I pazienti colpiti dal virus, anche se asintomatici, sono stati già trasferiti all’ospedale di Sestri Levante. Nell’ambito degli stessi controlli – ha concluso Petralia – sono emersi 2 contagi all’ospedale di Rapallo. Si tratta di 2 persone asintomatiche che questa mattina saranno trasferite a Sestri Levante».

Giovanni Toti: Personale ospedaliero non vaccinato ha portato il virus inconsapevolmente all’interno di un reparto”

«Dalle prime indagini interne della Asl – ha affermato il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti – personale ospedaliero non vaccinato ha portato il virus inconsapevolmente all’interno di un reparto e ha contagiato 8 pazienti che sono ora ricoverati all’ospedale di Lavagna. Lo erano già per altre ragioni, ma si sono positivizzati in ragione di un incontro con lo staff sanitario che evidentemente ha rifiutato il vaccino, visto che il personale sanitario è già stato vaccinato tutto da tempo».

Giancarlo Mordini: “Chi non vuole vaccinarsi deve stare a casa. Senza stipendio”

«È una situazione inaccettabile – ha detto Giancarlo Mordini, presidente del Comitato Assistenza Malati del Tigullio – non possiamo lasciare che un gruppo sparuto di persone, durante una pandemia, metta a rischio l’incolumità collettiva. La scienza non è democratica: chi non vuole vaccinarsi deve stare a casa. Senza stipendio».

Andrea Costa, sottosegretario alla Salute: “Introdurre subito obbligo vaccinale per personale sanitario”

«Dobbiamo introdurre subito l’obbligo vaccinale per il personale sanitario. Non è accettabile che un cittadino bisognoso di cure entri in una struttura sanitaria e corra il rischio di essere contagiato da chi dovrebbe curarlo e tutelarlo. Tutto questo è surreale. I pazienti hanno il diritto di entrare in ospedali sicuri e controllati. Medici, Infermieri, OSS dovrebbero vaccinarsi non solo per senso di responsabilità ma anche per dovere etico di proteggere se stessi e coloro che assistono. Il vaccino è il dispositivo di protezione individuale più importante che abbiamo contro il Covid-19. Pertanto, auspico un intervento normativo in tempi rapidissimi. È un provvedimento di buon senso. Sbaglia chi ne fa una battaglia ideologica».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli