Frecciabus e Volabus, nuovo incontro

Tra i Comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino, la Città metropolitana e Atp 

Frecciabus e Volabus, nuovo incontro
Rapallo - Santa Margherita, 05 Luglio 2018 ore 09:28

Incontro ieri tra i sindaci di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino con i vertici di Atp. Al centro del dibattuto il servizio Frecciabus, il sistema di bus navetta di interscambio su cui salgono i passeggeri dei pullman turistici in arrivo al casello autostradale di Rapallo, e dal nuovo Volabus, la navetta che collegherà la Riviera di Levante all’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova.

Tra i Comuni di Rapallo, Santa Margherita Ligure e Portofino, la Città metropolitana e Atp

Per quanto riguarda il Frecciabus, si è deciso di proseguire l’attuale fase sperimentale per tutta l’estate, seguendo gli stessi criteri e le stesse regole seguite fino a oggi, compresa la compilazione della white-list per i pullman turistici che usufruiscono della deroga rispetto all’ordinanza che blocca i mezzi all’uscita dell’autostrada per il successivo servizio di interscambio presso il centro attrezzato di San Pietro a Rapallo. Per quanto riguarda i vaporetti, a margine della riunione c’è stato anche un incontro con i battellieri. Si è deciso di proseguire con la collaborazione, incentivando già dai prossimi giorni il numero di battelli a disposizione. Puntando principalmente sull’imbarcadero di Rapallo. Per quanto riguarda il Volabus, è prevista una conferenza stampa di presentazione per il 12 luglio: il bus collegherà ogni giorno i tre Comuni del Tigullio all’aeroporto. Il servizio funzionerà nella fascia oraria in cui sono previste partenze e arrivi dallo scalo aeroportuale. A bordo del mezzo funzionerà un sistema wifi. Il servizio “navetta” prenderà il via per un periodo sperimentale di 2 mesi (dalla metà di luglio alla metà di settembre), collegando l’aeroporto di Genova a Portofino. Durante il tragitto sono previste fermate intermedie a Paraggi, a Santa Margherita Ligure, a San Michele di Pagana, a Rapallo presso la stazione ferroviaria dove, ovviamente, potranno convergere le persone in arrivo dalle altre città della Riviera di Levante e dall’entroterra.