L'EPISODIO NELLE 5 TERRE

Gabbiano reale ucciso da un proiettile

Il responsabile rischia due anni di detenzione e 13mila euro di ammenda

Gabbiano reale ucciso da un proiettile
Sestri - Val Petronio, 24 Giugno 2020 ore 17:50

Un triste episodio avvenuto nelle vicine Cinque Terre e venuto alla conoscenza solo in questi giorni: un gabbiano reale è stato infatti ucciso da un proiettile.

Ucciso a poca distanza dalle abitazioni civili in un Parco protetto

Avvistati dal proprietario del terreno, il 9 giugno scorso, i militari della Stazione Carabinieri “Parco” Cinque Terre hanno recuperato, in prossimità dell’abitato di Monterosso al mare, un gabbiano reale morto.
Da un primo esame visivo hanno escluso che la causa del decesso potesse essere naturale per la presenza nel petto di una ferita simile al foro d’entrata di un proiettile di piccolo calibro, per cui hanno sottoposto l’animale ad esame autopico eseguito dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte e della Liguria, che ha attribuito la causa di morte a lesione traumatica con perforazione cardiaca da arma da fuoco.
L’uccisione non per scopo venatorio dell’animale, apparentemente a fauna protetta, è avvenuta a breve distanza da abitazioni civili, dove vietato provocare esplosioni pericolose, all’interno del Parco Nazionale delle Cinque Terre, dove sono vietati l’introduzione di armi, la cattura, il disturbo, il danneggiamento e l’uccisione delle specie animali.

Il responsabile rischia due anni di detenzione e 13mila euro di ammenda

Considerati i reati commessi, la pericolosità dell’azione compiuta in prossimità di strade e case cittadine, il danno arrecato al patrimonio indisponibile dello Stato, quale è la fauna selvatica, i militari hanno notiziato l’Autorità Giudiziaria ed indagano per identificare il responsabile del gesto, punibile con due anni di detenzione e 13mila  euro di ammenda.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità