Gelo, disagi e tubi ghiacciati, proteste nelle scuole del Tigullio

Qualche sciopero per il freddo in aula negli istituti superiori del Tigullio: i tubi ghiacciati mandano in tilt l'impianto del Nautico

Gelo, disagi e tubi ghiacciati, proteste nelle scuole del Tigullio
Chiavari - Lavagna, 28 Febbraio 2018 ore 08:19

"Sciopero" per il freddo al Luzzati, impianto in tilt al Nautico, disagi anche per le utenze private nel Golfo Paradiso.

Gelo, in difficoltà le scuole

Non è questa volta il "Natta" di Sestri Levante, per i cui studenti lo "sciopero per il freddo" è quasi una tradizione annuale almeno dagli anni '90, l'istituto superiore ad aver visto più proteste e defezioni per la gestione problematica dell'emergenza gelo: anzi, come riferisce il Secolo XIX di oggi, benché un guasto alla colonna del riscaldamento abbia reso inagibili per il freddo molte classi, gli studenti hanno regolarmente partecipato alle lezioni trasferendosi nei più miti laboratori o attrezzandosi con stufette. In molti non sono invece entrati al Nautico di Camogli: tubi ghiacciati e conseguenti guasti anche ai servizi igienici hanno reso inutilizzabile la scuola sebbene, grazie al pronto intervento dei tecnici, alle 10 la situazione si era già normalizzata. In "sciopero" per il freddo anche alcuni studenti del Luzzati di Chiavari, che ne lamentano le annose carenze strutturali, ma secondo la direzione la giornata scolastica si è svolta regolarmente ed anzi le misure straordinarie per riscaldare i locali hanno funzionato.

Disagi simili si sono naturalmente registrati anche per molte utenze private: soprattutto nell'entroterra del Golfo Paradiso i tubi ghiacciati hanno lasciato senz'acqua diversi palazzi, e la situazione è andata normalizzandosi solo nella tarda mattinata, complice l'innalzamento delle temperature assieme agli interventi dei tecnici di Iren.