Gli studenti del Caboto ancora vincitori per la Shoah

Ai ragazzi del Caboto doppio premio per il lavoro svolto sulla memoria dell'Olocausto: in 50 di loro domani a Milano per la proiezione del film "I Figli della Shoah"

Gli studenti del Caboto ancora vincitori per la Shoah
Chiavari - Lavagna, 25 Gennaio 2018 ore 15:37

Dopo il Premio della regione Liguria per il concorso sull’Olocausto, gli studenti dell’Istituto di istruzione Superiore “G. Caboto” di Chiavari sono tra i vincitori anche del Concorso bandito dal Miur.

Domani la cerimonia

Domani a Palazzo Ducale, si terrà la Cerimonia per il conferimento dei premi agli studenti, che saranno accompagnati dal Dirigente Scolastico Glauco Berrettoni, nonché dai docenti Paola Barbieri, Testimone Aned (Associazione Nazionale ex deportati dei campi nazisti), Federico Notarnicola, Dario De Bello ed Alessandro Zunino.

Lo stesso giorno, un gruppo di 50 studenti, accompagnati dai docenti Alessandra Vano, Andrea D’Errico, Patrizia Rabaglia e Donatella Cavalli, andranno a Milano per assistere alla proiezione del film “Figli della Shoah” di Israel Moscati: Israel Moscati, “figlio della Shoah”, decide di partire per un viaggio alla ricerca di altri figli e nipoti di sopravvissuti per condividere la sua sofferenza con loro. È un viaggio a cui non può più sottrarsi: Roma, Parigi e Israele per indagare nell’animo e nelle emozioni di uomini e donne che, come lui, si sono ritrovati per tutta la vita a convivere con il trauma e il silenzio dei propri genitori. Questo è il momento di condividere il suo dolore e di cercare dai suoi compagni di viaggio altre risposte, inseguite per tutta la vita. Perché benché se ne parli e si affronti il dolore, la ricerca di risposte non si esaurisce mai. È previsto un incontro con il regista.

Dai una mano a
Sono ormai settimane che i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano senza sosta per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio.
Tutto questo gratuitamente, senza chiedere nulla in cambio.
Viviamo di pubblicità. Una risorsa che è venuta a mancare nelle ultime settimane a causa delle conseguenze dell'emergenza CoronaVirus.
Per questo ci rivolgiamo a te. Ti chiediamo di sostenere il tuo quotidiano online con un contributo volontario.
Ci aiuterà a superare questo momento, continuando a informarti.
Grazie.

Scegli il tuo contributo: