Grandi nomi alla Tigulliana: il bilancio (positivo) della serie di incontri

Delpino: «La collaborazione con il Comune di Rapallo è stata un'esperienza effervescente, coinvolgente e, soprattutto, vincente»

Grandi nomi alla Tigulliana: il bilancio (positivo) della serie di incontri
Rapallo - Santa Margherita, 12 Agosto 2018 ore 15:54

Antonio Caprarica, Dori Ghezzi, Marcello Masi, Roberta Bruzzone, Aldo Cazzullo, Fiorella Minervino, Daniela Quieti, Francesca Serafini, Claudio Pelizzeni, Luigi Ceffalo, Franco A. Ferri, Patrizia e Valter Perrone. E ancora i musicisti e cantanti Perla, il maestro Roberto Servile, Franco Rios Castro, Sinibaldo Nicolini, Graziano Nardini, Francesco Carpineti, Marius Nardini Rexmuves, Giulia Mij, Laura Soracco, Massimo Bracco, il Coro dei Bambini della scuola di Perla. Grandi nomi e spettacoli molto apprezzati per l’edizione 2018 della Tigulliana, manifestazione culturale nata a Santa Margherita Ligure ed ideata da Marco Delpino, poi trasferitasi a Rapallo.

La Tigulliana a Rapallo, il bilancio

«Hanno avuto intuito il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco, l'assessore al turismo Elisabetta Lai, il presidente del consiglio Mentore Campodonico a volere fortemente gli incontri di "Tigulliana Estate 2018" a Rapallo, nella splendida sede di Villa Porticciolo – dice lo stesso Marco Delpino -. La collaborazione di "Tigulliana" con il Comune di Rapallo è stata un'esperienza effervescente, coinvolgente e, soprattutto, vincente».

Tutti gli appuntamenti sono stati molto seguiti come l’intervista dello stesso Delpino e di Fiorella Minervino a Dori Ghezzi che ha raccontato: «Ho tanti ricordi di me e Fabrizio (De Andrè, ndr) legati a questa zona. I nostri primi incontri “clandestini”, diciamo così, erano stati proprio a Paraggi, in questo alberghetto vicino al Carillon. E poi andavamo a Portofino, nei posti a cui lui era affezionato, dove già andava con gli amici. A Santa, con un’altra grande genovese, Fernanda Pivano».

Proprio a Rapallo, durante la Tigulliana, Antonio Caprarica (nella foto in evidenza), giornalista Rai noto al grande pubblico, grande intrattenitore, ha presentato al pubblico il suo ultimo libro “Royal baby” riscuotendo grande interesse da parte dei partecipanti. Cazzullo ha affrontato, assieme alla giornalista e scrittrice Daniela Quieti, il tema della comunicazione e di internet, presentando il suo libro “Metti via quel cellulare” e si è parlato anche della prima Guerra mondiale, oltre che di temi di stretta attualità.

«Grande pubblico, grande stima, perfetta collaborazione, ottima organizzazione e sinergia tra Comune e "Tigulliana" hanno reso possibile cinque importanti incontri con personalità del mondo del giornalismo, della cultura, dello spettacolo, della società civile – dice ancora, con estrema soddisfazione, Marco Delpino -. Gli eventi sono stati allietati da musica e canzoni e da ospiti eccezionali».

Delpino, nel ringraziare l’amministrazione rapallese, lancia anche una “frecciatina” a Santa Margherita Ligure dove, appunto, la Tigulliana è nata e si è svolta per tanto tempo. «Un grazie va dunque a tutta l'amministrazione di Rapallo, alla direzione e al personale di Villa Porticciolo, allo staff tecnico del suono e delle luci, al personale del Comune per la collaborazione – chiosa il patron della Tigulliana -. Un grazie e un abbraccio ai "rapallini e rapallesi" per la cordiale accoglienza, al pubblico dei numerosi turisti intervenuti e a quei sammargheritesi che ci hanno voluto seguire sino a Rapallo». Sulla mancata disputa della Tigulliana a Santa Margherita Ligure, si discute polemicamente da tanto tempo anche, e soprattutto ora, che l’evento si è spostato a Rapallo.