I 170 anni della Falegnameria Zucchi

In un continuo scambio costruttivo, conoscenze tecniche e tradizione si mescolano alla passione e all’innovazione

I 170 anni della Falegnameria Zucchi
Cronaca Chiavari - Lavagna, 22 Settembre 2019 ore 13:55

Una storia che dura da 170 anni. E’ quella della “Zucchi Falegnami” oggi situata in via San Terenziano 17/a a Leivi, nata nello storico quartiere chiavarese di Rupinaro.

Quasi due secoli di storia e passione

Una storia che risale agli albori del Risorgimento Una storia che risale agli albori del Risorgimento, quando il fondatore Ermenegildo Zucchi dalla natia Crema si trasferì in Liguria. Nel 1849, dopo aver ottenuto la licenza assoluta dal militare servizio di S. M. il re di Sardegna, si stabilisce definitivamente a Chiavari, dove apre la sua bottega di falegname nel popolare quartiere di Rupinaro. Un’attività che proseguì con successo, considerato che doveva provvedere alla numerosa famiglia, composta da ben 25 figli. Non pochi morirono in tenera età, ma i maschi sopravvissuti furono tutti “bancâ” e collaboravano col padre fin da piccoli. A succedergli nella conduzione l’ultimogenito Pace Paolo Zucchi, che portò avanti fin quasi alla morte nel 1938.

6 generazioni di Zucchi nella conduzione della bottega Nel 1930, a collaborare con Paolo, fu Pietro Zucchi, nonno di Dario, attuale titolare. Qui la falegnameria Zucchi divenne progressivamente punto di riferimento per il territorio. Da Rupinaro ci si trasferì agli Artigianelli, con la condizione di formare giovani nell’attività di falegname d’arte. Elio, seguendo la secolare tradizione di famiglia, affiancò Pietro diventando bancâ come i suoi antenati… Ma ebbe un piglio maggiormente imprenditoriale nella bottega, ormai diventata azienda, di famiglia, volendo iniziare ad ampliarsi. Si arriva dunque al 1989 con il trasferimento nell’attrezzato laboratorio di via San Terenziano a Leivi, dove tuttora la Zucchi lavora. Dal 1° ottobre 1997 titolare dell’azienda è Dario, affiancato da suo padre Elio e dal figlio Federico, bancâ a sua volta e futuro titolare dell’azienda.

Una tradizione famigliare di successo:

“Fin da piccolo – racconta Dario Zucchi -, bazzicavo in bottega, fiero del mio grembiule professionale approfittando della preziosa esperienza dei miei familiari ed affinando il mio gusto e le mie capacità grazie ai loro consigli”.

Nel 1998 la Società Economica decise di onorarare la bottega come protagonista di un artigianato di tradizione, e nel 2006 Dario è stato insignito dalla Camera di Commercio di Genova, nella ricorrenza del bicentenario della fondazione, dell’ambita medaglia di impresa centenaria.

E ora la palla a breve passerà a Federico…

“Dopo aver assaporato il clima della bottega nelle estati della sua adolescenza e aver frequentato l’Istituto d’arte di Chiavari (indirizzo “Architettura e Arredamento”), anche mio figlio ha deciso con entusiasmo di entrare a far parte a pieno regime dell’azienda a partire dal 2011». Da diversi anni, quindi, si trovano a lavorare insieme tre generazioni che, in un continuo scambio costruttivo, riescono a coniugare le conoscenze tecniche che derivano dalla tradizione con un’attenzione particolare a nuovi materiali e attrezzature”.

170 anni, 6 generazioni di passione e storia «Ringrazio tutti, specialemente mio figlio Federico che ha deciso di proseguire la nostra attività professionale e famigliare».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli