Menu
Cerca
Uscio

I “Mandilli de sea” si scontrano con il covid 19

L’attività di Barbara Pennone nonostante l’affezionata clientela deve fare i conti con la crisi

I “Mandilli de sea” si scontrano con il covid 19
Cronaca Golfo Paradiso, 16 Maggio 2020 ore 08:52

Barbara Pennone arriva da Genova Nervi ed è una donna forte, determinata, nel 2018 dopo aver lavorato a Recco ha deciso di investire nel paese di Uscio, dove molte donne sono animate da attività imprenditoriale.

L’attività

La sua è stata una scommessa, in quanto dove prima si trovava una storica polleria ha inaugurato “Mandilli de Sea Take Away”. Tutta roba buona, genuina, come si faceva una volta a cominciare dai famosi “battolli” piatto tipico usciese. I tempi non sono dei migliori, ma la Pennone era contenta i clienti cominciava a conoscerla apprezzando i suoi prodotti. Il 2020 avrebbe potuto essere un anno buono, la consacrazione, all’interno del locale c’è la possibilità di cenare, insomma un locale a tutto tondo, chi si ferma, chi porta il cibo a casa.

“Il coronavirus proprio non ci voleva – afferma la Pennone – arriva in un momento difficilissimo, con le bollette e tasse da pagare, non nascondo che in alcuni momenti rischio di essere assalita dallo sconforto”.

“Mandilli de Sea” è sempre stato aperto anche se non è più possibile consumare i cibi all’interno.

“I clienti affezionati sono rimasti in tanti continuano ad apprezzare – conclude la Pennnone – polpettone, insalata russa, torta di cipolle e polli allo spiedo, inoltre effettuo consegne a domicilio”.

Il piccolo mondo di Uscio cerca di sopravvivere, commercianti ai quali è accaduto l’imprevedibile, importante andare avanti. Aiuti? Meglio lasciar perdere, gli istituti bancari possono essere più letali che il coronavirus.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli