Il chiostro del Boschetto sogna il restauro

Nuovo allestimento per gli ex voto marinai

Il chiostro del Boschetto sogna il restauro
Golfo Paradiso, 21 Marzo 2018 ore 13:00

Un luogo per tutti. Questo diventerà il chiostro del Boschetto, santuario che custodisce quasi 80 ex voto marinari, dedicati alla Madonna, oggetto di un importante restauro.

Il chiostro del Boschetto dopo il restauro

È stato presentato sabato 10 marzo, alla presenza del sindaco Francesco Olivari, il vicesindaco Elisabetta Caviglia, Farida Simonetti storica dell'arte, direttrice di Palazzo Spinola a Genova curatrice del restauro insieme ad Alessandra Cabella, della Soprintendenza. G.B. Roberto FigariAll'iniziativa collabora lo storico , i ragazzi dell'Istituto nautico Cristoforo colombo, Francesco Oneto, Paola Marelli, Bruno Sacella. All'incontro, invitate dall'amministrazione, erano presenti le associazioni camogline e le realtà legate al mare, perché gli ex voto riguardano tutte le antiche famiglie del borgo. Il presidente del «Comitato 500 anni apparizione nostra Signora del Boschetto», Fabrizio Fancello ha salutato i presenti.

I festeggiamenti del Comitato si svolgono dal 2 luglio di quest'anno al 2 luglio 2019. Gli ex voto del boschetto sono caratterizzati da dipinti ad opera di pittori importanti come Domenico Gavarrone e questa è tra le peculiarità. Il nuovo allestimento, ultimo tassello di un percorso secolare (Simonetti già nel 90 se ne ocupò), fede la sfida dell'inaugurazione il 5 maggio. Una volta terminato, il nuovo allestimento prevede che la parete interna ospiti i dipinti con le didascalie, su quella esterna: pannelli esplicativi.

Il percorso è diviso in sezioni: gli autori, la fede, gli uomini, le rotte, i commerci, le navi. Non mancherà la zona con tavoli per laboratori e area conferenze. Gli exo voto rappresentano autentiche storie di naviganti e riportano i nomi e cognomi delle antiche famiglie del borgo, le rotte percorse all'epoca le distanze, il carico trasportato, indicazioni precise dei luoghi dove sono avvenuti gli incidenti e i miracoli. Rappresentano la storia di Camogli dell'800: un percorso che è un racconto.